Home » Senza categoria

Roma: “Storie di donne che lasciano il segno”

Inserito da on 1 ottobre 2013 – 00:14No Comment

“Storie di donne che lasciano il segno” è il tema che l ‘ Ordine Nazionale degli Ingegneri ha dato al convegno tenutosi stamane presso la Camera dei Deputati. Si tratta di un talk evento che ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare la figura della donna che lavora nella società contemporanea, soprattutto nel campo delle professioni dell’area tecnica/ingegneristica.  Tra gli ospiti : Lella Golfo (Presidente della Fondazione Bellisario) , Paolo Crepet (Medico e scrittore), Adriana Musella (Presidente Coordinamento Nazionale Antimafia “Riferimenti”), Maria Prieto (Past Presidente WFEO). Molte le donne ingegnere presenti. Toccante la testimonianza di Adriana Musella,  invitata quale figlia di un ingegnere speciale, Gennaro Musella che ha sacrificato la propria vita ai valori in cui credeva. La storia di Adriana Musella è quella  di un grande dolore  trasformato in impegno sociale e di  una tragedia , diventata uno stimolo positivo per la crescita delle coscienze e patrimonio comune. Paolo Crepet ha rilevato l’importanza dell’autostima nella forza delle donne, mentre Maria Prieto ha raccontato la sua esperienza di presidente mondiale della federazioni degli ingegneri. Lella Golfo, ha dichiarato che quello delle donne è un lavoro che loro stesse devono rivendicare, e per rivendicarlo devono essere coscienti.La tavola rotonda è stata moderata da Tiziana Ferrario(Giornalista tg1)

 

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


7 + = sedici