Home » • Valle dell'Irno

Mercato San Severino: giornata nazionale Sla

Inserito da on 28 settembre 2013 – 04:42No Comment

Domenica 29 settembre, il Comune di Mercato S.Severino aderisce alla quinta edizione della giornata nazionale “Sla”, per la raccolta dei fondi che saranno destinati alla ricerca scientifica finalizzata alla lotta della sclerosi laterale amiotrofica. Lo comunica l’assessore alle politiche sociali, Angelo Zampoli. La manifestazione è organizzata dall’ “Aisla”, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, di cui è responsabile, per le Province di Salerno, Avellino e Benevento, la signora Giuseppina Esposito. “Il Comune di Mercato S.Severino” – comunica l’assessore Zampoli – “ ha aderito all’evento concedendo lo spazio pubblico in cui sarà allestita la postazione dei volontari, in Piazza Dante, dalle ore 9:00, per promuovere la campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi per sostenere la ricerca e i progetti di supporto per i malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica e per le loro famiglie. Inoltre, presso la stessa postazione, sarà possibile ottenere tutte le informazioni possibili relative alla malattia “Sla”.“A nome dell’Associazione “Aisla” – dice Pina Esposito – ringrazio il Sindaco di Mercato S.Severino, Giovanni Romano, l’Assessore Comunale alla Pubblica Istruzione, Assunta Alfano, e l’Assessore Comunale alle Politiche Sociali, Angelo Zampoli, per averci concesso, anche quest’anno, lo spazio pubblico in cui allestiremo la nostra postazione. Per noi, è motivo di pregio essere presenti a Mercato S.Severino, un Comune all’avanguardia, che ha sempre dimostrato grande sensibilità verso le fasce deboli. La nostra sezione territoriale è cresciuta, oggi comprende le province di Salerno, Avellino e Benevento, e ciò ci pone in prima fila, responsabilizzandoci ancor di più. Con tale estensione territoriale, abbiamo creato una rete omogenea, un focus più vasto e mirato al caso specifico”.“L’evento – continua l’assessore alle politiche sociali, Dr. Angelo Zampoli – ha lo scopo non solo di raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica, ma anche di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla lotta alla Sla,  sulla giornata nazionale Aisla, pensata ed ideata per ricordare il primo sit-in tenutosi a Roma il 18 settembre 2006 in piazza Bocca della Verità, al fine di favorire un’appropriata gestione della malattia ed un’adeguata presa in carico dei pazienti. Per tutti, dunque, si tratta di un’opportunità di alta coesione sociale.La Sla non è più una malattia rara ed ormai si contano molti casi, presenti anche nel nostro comprensorio”. Per combattere la sclerosi laterale amiotrofica, dunque, c’è bisogno non solo dell’aiuto che deriva dalla ricerca scientifica, ma anche della ricerca di sensibilità, impegno ed attenzione da parte di tutti e delle Istituzioni.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.