Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: Melchionda non aderisce ATS

Inserito da on 1 agosto 2013 – 03:14No Comment

 

 Alcuni comuni aderenti ai Pass – Partenariati  Ambientali per lo Sviluppo Sostenibile – hanno deciso di dare vita, lo scorso 29 luglio, ad una Associazione Temporanea di Scopo, al fine di elaborare progetti  nell’ambito delle politiche ambientali, del turismo e dell’agricoltura, da presentare a finanziamento presso l’Unione Europea.  Il Comune di Eboli, insieme a quasi la metà dei comuni del Pass Salerno – Agropoli, Serre, Trentinara, Campagna – e alla totalità dei comuni del Pass Napoli di cui è capofila Pompei, hanno deciso di non aderire alla costituzione dell’ATS , cui peraltro, allo stato, non ha aderito formalmente neanche la Regione Campania e la Provincia di Salerno. A riguardo interviene il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: “Le motivazioni che hanno condotto l’Amministrazione Comunale – di concerto con altri quattro comuni del Pass Salerno e con tutti i comuni del Pass Napoli – a non aderire all’ATS sono semplici e derivano dalla volontà di tutelare i nostri concittadini da percorsi assolutamente non lineari e non convincenti. Nessuno ha sfiduciato Eboli, le affermazioni dei consiglieri riformisti sono imprecise e strumentali. La scelta di non aderire – incalza il Sindaco  - deriva dal fatto che le progettualità proposte sono generiche e per nulla strutturate; l’accesso ai fondi è del tutto teorico, giacché non vi è alcun impegno della Regione in tal senso, e l’unico elemento di concretezza è la volontà del costituendo ATS di richiedere alla Banca Europea degli Investimenti l’accensione di un mutuo, da rimborsare non si capisce in quale modo. La stessa strutturazione che si è data l’ATS non è convincente: una struttura complessa, per certi versi pletorica, col rischio evidente che essa vada a trasformarsi nell’ennesimo carrozzone vuoto, utile solo a distribuire consulenze; una governance incomprensibile, nella quale viene posta a capofila di un’associazione di comuni una società di capitali – il Patto Territoriale Magna Grecia – con una evidente motivazione politica: garantire a qualche amministratore un ruolo per il prossimo futuro. E’ proprio decidendo di non aderire a tale partenariato  – prosegue il Sindaco – che abbiamo curato gli interessi della collettività. Valuteremo nelle prossime settimane, insieme ai comuni del Pass Napoli, a quelli che non hanno inteso aderire all’ATS fra i comuni del Pass Salerno, e ad altri enti locali interessati, quali iniziative intraprendere per dare vita a progettualità ben più puntuali, evitando la costituzione di strutture inutili e sovradimensionate”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.