Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: Melchionda su bocciatura Regione ospedale unico Valle del Sele

Inserito da on 26 luglio 2013 – 03:40No Comment

La Regione Campania, con decreto n. 82 del 5 luglio, prende posizione sulla questione della realizzazione dell’Ospedale Unico della Valle del Sele. Il piano dell’Asl di Salerno viene bocciato, perché non  ritenuto come obiettivo prioritario; i lavori di realizzazione sono stati giudicati troppo lunghi, e, dunque, si preferisce valorizzare le strutture ospedaliere già esistenti. Nettamente contrario è il Sindaco di Eboli Martino Melchionda, che ha sempre sostenuto la necessità di procedere alla costruzione di tale ospedale, chiedendo, a più riprese, lo stanziamento dei fondi necessari alla sua realizzazione. A riguardo interviene il primo cittadino: “In questi anni l’Amministrazione Comunale ed io, in prima persona, abbiamo difeso strenuamente l’ospedale di Eboli, e sostenuto con forza  la costituzione dell’Ospedale Unico della Valle del Sele. Intendo esprimere tutto il mio dissenso rispetto a quanto irragionevolmente stabilito dalla Regione Campania. Sbaglia il Pdl di Battipaglia ad esultare, ed a continuare a non volere l’Ospedale Unico per mero e deteriore campanilismo. Esso dimostra – prosegue il primo cittadino – ancora una volta di non saper guardare a prospettive più ampie, e per miopia politica continua a perdere le sue battaglie, così come è già accaduto per il Piano di Zona. Difatti, Battipaglia è uscita dall’ambito S5, per poi entrare in un altro ambito, entro il quale non è neppure riuscita a diventare comune capofila. Le battaglie che si portano avanti difendendo solo il proprio campanile, si perdono. Ebbene, per noi la partita non è chiusa, continueremo a fare opposizione, anche in sede giudiziaria, affinché si riveda il provvedimento e si giunga alla realizzazione dell’importante complesso ospedaliero. Ritengo non ci sia alcuna sconfitta; c’è soltanto una scelta che porta il nome di Caldoro in Regione e di Cirielli in Provincia. I Sindaci prendano posizione, e si oppongano alle decisioni di chi governa la sanità in Campania. Lo stesso Partito Democratico, a livello provinciale, deve far sentire la propria voce ed intervenire in maniera più incisiva a difesa della sanità locale. Tuttavia, la responsabilità di tale scelta è tutta della direzione generale e del personale politico della destra. Devo, pertanto, prendere atto della totale mancanza di influenza politica del nostro consigliere provinciale Massimo Cariello e del senatore Franco Cardiello, quando il Pdl e la Regione Campania guidata da Stefano Caldoro, assumono  decisioni così importanti per il nostro territorio. Serve una battaglia comune, l’Amministrazione Comunale non si siede a fare trattative sugli accorpamenti, né intende accettare le scellerate scelte che sono state assunte”.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.