Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: consiglio comunale sull’Housing Sociale

Inserito da on 20 luglio 2013 – 02:56No Comment

Il Sindaco di Eboli interviene in merito alla seduta del Consiglio Comunale di ieri sera, che, per la seconda volta, non si è svolta a causa della carenza in aula del numero legale. All’ordine del giorno l’intervento di Housing sociale in località Fontanelle. A riguardo il primo cittadino dichiara: “Il Consiglio Comunale di ieri sera non si è tenuto, ancora una volta, a causa della mancanza del numero legale in aula. Il consigliere Pasquale Lettera è all’estero, ed il consigliere Cicalese non è potuto essere presente per ragioni di salute. Ora –  prosegue il Sindaco Melchionda - sono in corso le opportune valutazioni; circa la possibilità di riconvocare un’altra seduta del Consiglio Comunale. Difatti, entrambe le volte, il Consiglio Comunale non si è insediato, dunque, non si è espresso in merito all’intervento di housing sociale, oggetto della discussione. L’housing sociale è un intervento pienamente legittimo. L’opposizione ha scritto a tutte le autorità possibili; tuttavia, tutte le questioni sollevate sono state esaminate dalla Regione Campania e dalla Provincia di Salerno, che ha sciolto positivamente ogni dubbio e sospetto, strumentalmente avanzato. Resta da porsi un’unica domanda: Eboli deve cogliere o meno questa opportunità? Il programma – lo ribadisco ancora una volta – prevede la realizzazione di 276 alloggi, di cui 80 alloggi popolari, e 196 da cedere a prezzo calmierato. Esso, prevede, anche la realizzazione una city hall, di un parco pubblico a verde attrezzato per gioco e tempo libero, ed un centro polifunzionale. Ebbene, questa Città vuole perdere questo treno, vuole perdere la possibilità di costruire case popolari e di creare lavoro? Guarda caso, chi oggi si oppone ha già governato, e già allora ha negato opportunità di sviluppo e crescita della nostra Città. E’ questo il punto, - conclude il Sindaco -gli ebolitani rischiano di perdere una importante occasione, negata, a causa della cecità politica di chi non scorge i vantaggi per la collettività di un intervento di tale portata”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.