Home » • Salerno

Salerno: FDI Ferrazzano e lo “strano” moralismo a corrente alternata”

Inserito da on 9 luglio 2013 – 05:57Un commento

Durante l’ultimo consiglio comunale, chiamato a pronunciarsi sulla delicata questione della incompatibilità del sindaco De Luca, nel mentre si iniziava a dibattere sulla giurisprudenza attinente al tema in oggetto per giungere alla deliberazione in merito dell’assise comunale, si è sollevata d’improvviso la voce del consigliere Ferrazzano che ha utilizzato strumentalmente – cioè ignorandolo del tutto – l’argomento su cui si era chiamati ad esprimersi in maniera congrua e coerente, per sferrare un attacco gratuito al consigliere Celano, al gruppo politico di Fratelli d’Italia ed all’ Amministrazione Provinciale in carica, accusandoli di “riempirsi” la bocca della parola “etica” per utilizzarla poi come nel caso del “bue che chiama cornuto all’asino”. Difronte a tale livore “moralisteggiante” è bene chiarire, da parte del comitato cittadino di “Fratellid’Italia”, due aspetti importanti, senza scendere nella “povertà”, quella sicuramente morale, di attacchi che si sviluppano sempre e solo sul piano di giudizi personali e sommari e che rappresentano quasi esclusivamente stati emotivi personali e mai ragioni politiche proposte e confrontate, anteponendo anzitutto il rispetto dell’avversario politico, anche se del “momento”. Il primo punto da chiarire è il seguente: come mai il consigliere Ferrazzano esprime “solo ora” giudizi politici e personali così “forti” nei confronti di un’area politica di cui ha fatto parte fino a qualche mese fa, ottenendo finanche ruoli di primissimo piano, quali quello di vice- presidente della Provincia, assessore al lavorodella stessa, candidato sindaco per la città di Salerno?Il secondo aspetto da vagliare – e su cui vorremmo delle delucidazioni precise – è in qualche modo corollario del precedente: laddove il consigliere Ferrazzano ravvisa o ha ravvisato elementi caratterizzati da grave illiceità nella conduzione politica e nella pratica amministrativa, perché non ha ritenuto di procedere alla denuncia degli stessi alla magistratura competente?. In attesa di questi fondamentali chiarimenti, non possiamo che derubricare, ancora una volta, questo ennesimo attacco al nostro gruppo politico come un nuovo, ed ancora più paradossale, caso di “strano” moralismo a corrente alternata, che ben poco ha della denuncia morale e molto invece dell’opportunismo politico.    

Il ComitatoFondativo Salerno Città

 

Un commento »

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.