Home » • Cilento e Vallo di Diano

Castellabate: petizione “Noi Consumatori Movimento anti Equitalia” per de-Equitalizzare il Comune

Inserito da on 20 giugno 2013 – 02:29No Comment

 Il Movimento  Anti-Equitalia di Castellabate lancia una petizione per chiedere al comune di non affidare più il recupero dei crediti ad Equitalia.<<Una contribuente di Castellabate, quando, per motivi di lavoro, risiedeva al Nord, per gravi difficoltà economiche non riuscì a pagare nel 2009 € 200 circa di mensa scolastica. – spiega l’avvocato Giuseppe Russo, responsabile legale della sede di Castellabate – A distanza di tre anni ha ricevuto una cartella di € 890. Se non era in grado di pagare prima 200 euro, figuriamoci adesso 890 euro. Allora, ho deciso di iniziare una petizione popolare per chiedere al comune di Castellabate di de-equitalizzarsi e far sì che nessuno dei miei concittadini possa ritrovarsi nella stessa condizione di questa signora>>. In merito, l’avvocato cilentano ha le idee molto chiare. <<Se il comune di Castellabate rinunciasse ai servigi di Equitalia, – continua Giuseppe Russo – avrebbe maggiori possibilità di incassare le somme dovute da quei contribuenti che, esclusivamente per problemi economici, non hanno potuto pagare nel termine stabilito, ma che sarebbero ben lieti di pagare, seppure in ritardo, senza il terrore di ulteriori oneri economici come di solito avviene con le cartelle di Equitalia>>. Quindi, la proposta di raccogliere almeno 1.500 di firme da presentare al Consiglio comunale per chiedere a chi di dovere di non servirsi più di Equitalia per i recuperi crediti, bensì di soggetti privati che, convenzionati con l’ente comunale, si limiterebbero solo a chiedere il tributo non pagato con la sola aggiunta delle spese di notifica. <<E’ importante – conclude il responsabile legale della sede cilentana – che l’Ente venga incontro al contribuente. E’ necessario, dunque, che il comune di Castellabate rinunci a fruire dei servigi di Equitaliae affidi questo incarico a soggetti privati in grado di interagire con i contribuenti in difficoltà>>.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.