Home » Regione

Regione: Mucciolo a favore del Cilento

Inserito da on 27 maggio 2013 – 07:122 Comments

E’ stata presentata a Marina di Camerota nel ristorante ‘Valentone’ la nuova linea di trasporto in pullman dell’agenzia Infante. Cilento, Salerno, Napoli, Caserta e adesso Roma. Le autolinee Infante dal 1927 offrono servizi di trasporto su gomma dotati di tutti i confort. Oggi una novità: si punta sulla ‘città eterna’ con servizi all’avanguardia. Aria condizionata, poltrone comode e reclinabili, frigo bar, tv., lettore cd-dvd, impianto hi-fi, poggia piedi e poggia testa regolabile questi sono solo alcuni dei tanti benefici offerti alla clientela.
All’incontro, tenuto sabato, era presente Sabato D’Alessio, ex dirigente della regione Campania, l’onorevole Gennaro Mucciolo, il consigliere con delega alla viabilità del comune di Camerota Ciro Troccoli e il titolare della ditta Alessandro Infante. E’ stato proprio quest’ultimo a prendere per primo la parola. Alla presentazione del progetto presenti anche tanti imprenditori del posto e politici locali. «Oggi è un grande giorno – ha dichiarato Infante – il Cilento bus prosegue la sua corsa per la città eterna: Roma. In due anni quasi 6 mila persone da Napoli e aereo porto hanno raggiunto Marina di Camerota e Palinuro. Il Cilento bus è una linea di utilità turistica e sociale. Ha garantito posti di lavoro nonostante la crisi che ha dilaniato il settore».  Al titolare dell’agenzia sono succedute le dichiarazioni dell’ex dirigente della regione Campania Sabato D’Alessio: «Voglio ringraziare l’azienda Infante e voglio salutare con grande affetto uno storico della viabilità del sud Raffaele Infante, padre di Alessandro – afferma D’Alessio – Stare qui nella terra del mito a Camerota è per me un fatto di orgoglio, piacere e soddisfazione. A vent’anni ho visto un giovane che ci ha messo grande entusiasmo già a quest età in una prova difficile. Oggi vedere uno come Alessandro – continua – che rischia, fa sempre piacere nonostante le difficoltà. Ci sono tante imprese che stanno morendo e che non riescono ad andare avanti. Tu non sei tra queste, tu sei tra le aziende che vanno avanti e riescono a fare utile d’impresa e occupazione».
Infante riprende la parola e denuncia: «Il nostro territorio è abbandonato e mal collegato. La stazione è a venti chilometri,  l’aereoporto a 140 chilometri. I treni non sono idonei. Mentre il nostro viaggio in autobus è comodo e pieno di innovazioni. Quest’anno per esempio abbiamo dotato la linea di una stazione wi-fi. Questi servizi nascono da una volontà della cittadinanza, io do questi servizi ma c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Bisogna aiutare i turisti a raggiungere il Cilento».Al discorso prende parte anche il consigliere Troccoli: «Non si può scrivere e parlare della storia locale senza parlare dell’agenzia Infante. Rappresenta un fiore all’occhiello per il nostro comune e dona da anni un servizio fondamentale per tutti i turisti della zona. È proprio in un momento di difficoltà che va apprezzato l’impegno della ditta Infante – continua il consigliere con delega alla viabilità – non è soltanto un impegno dell’impresa, ma tutti dobbiamo stare vicini e abbracciare il progetto. Da oggi c’è un nuovo canale per raggiunger le nostre località. Non voglio entrare nel tema della viabilità altrimenti inneschiamo un dibattito con una serie di problemi infiniti, ma voglio almeno annunciare che a Camerota nei prossimi giorni verranno installate le pensiline per un servizio del territorio e per i cittadini e turisti anche per decoro urbano».
La presentazione la conclude l’onorevole Mucciolo: «Oggi i servizi in genere, che sono costati impegni e sacrifici, sono in un momento difficile e sono messi fortemente in discussione. Chi è che può superare le difficoltà che si presentano? Chi in questo momento è riuscito ad acquisire una mentalità d’impresa. Bisogna avere fiducia nel futuro. Io provo ammirazione per la famiglia Infante e per un giovane come Alessandro.  – Poi denuncia direttamente dal palazzo napoletano – noi in regione abbiamo un problema serio: Napoli assorbe tanti finanziamenti. Assorbe quasi tutto per problemi interni di agibilità occupazione. Noi facciamo questa battaglia da anni. Cerchiamo di destinare fondi anche per salerno e per il Cilento».

2 Comments »

  • rocco scrive:

    Come si fa ad affermare che i treni NON sono idonei? Perché NON si indicano i tempi di percorrenza, da e per ROMA, confrontando quelli degli AUTOBUS, con velocità massima di 100km/ora in autostrada e di 80 km/ora sulle strade extraurbane, con quelle dei TRENI :Frecciarossa ,Frecciargento o Italo, sulla SALERNO-ROMA e viceversa, e non si chiede a TRENITALIA ed alla Regione CAMPANIA di potenziare le corse dei TRENI REGIONALI ,in coincidenza, a SALERNO, con l’ALTA VELOCITA’? Perché nessuno evidenzia che i DISABILI NON possono viaggiare sugli AUTOBUS, a differenza di quanto avviene sui TRENI, che hanno un SERVIZIO di ASSISTENZA ad essi dedicato?

  • Ciao Rocco, ho appena letto la tua email. L’affermazione “i treni non sono idonei” si riferisce per l’appunto a tutti quei treni REGIONALI che percorrono la tratta d’interesse NAPOLI – SALERNO – PISCIOTTA PALINURO. Pisciotta Palinuro è la nostra stazione ferroviaria e dista purtroppo circa 22 km da Marina di Camerota. Tale distanza crea un disagio enorme sia per la distanza sia per l’assenza di corse efficienti e rapide per le città campane e non solo. Il problema non è dell’Ente Regionale o statale, ma delle infrastrutture, ovvero non sussitono i presupposti per l’ampliamento di gallerie e l’istituzione di nuovi binari dato che ci troviamo nel Parco Nazionale del Cilento. I nostri autoubus GT sono dotati di tutti i comfort : ARIA CONDIZIONATA CHE MANCA SUI TRENI REGIONALI AD ECCEZIONE DEL MINUETTO, WC A BORDO PULITO E DIGNITOSO A DIFFERENZA DELLO SCHIFO DEI TRENI REGIONALI, LE POLTRONE SONO COMODE E RECLINABILI A DIFFERENZA DEGLI SCHIENALI PIETOSI E DI COLOR MARRONE \ NERO DEI TRENI REGIONALI. I treni di cui tu parli partono da SALERNO distante 130 km da Marina di Camerota. Per quanto riguarda le persone diversamente abili hai pienamente ragione, anzi io sono UN promotore per ciò che concerne le sovvenzioni di fondi per servizi per disabili. Purtroppo l’ITALIA intera non è pronta nonostante l’avvenuta del 2013 all’offerta o meglio all’obbligo di tali servizi. Ti ricordo infine che i nostri servizi GRAN TURISMO sono erogati a rischio d’impresa e che pertanto con i nostri sacrifici riusciamo a garantire servizi sociali e posti di lavoro. Certo che la mia risposta sia stata di suo gradimento, la ringrazio e saluto IL RESPONSABILE AZIENDALE ALESSANDRO INFANTE

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.