Home » >> Sanità

Salerno: I° congresso Giovani Medici

Inserito da on 1 maggio 2013 – 06:34No Comment

Martedì 30 aprile, nella sala dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, si è tenuto, con la partecipazione di circa cento iscritti, il primo congresso/anniversario dei giovani medici salernitani. L’associazione dei giovani camici bianchi abbraccia tutti i medici della provincia di Salerno under 40 con il fine di affiancarli nel difficile momento dell’inserimento lavorativo, quale ponte tra formazione e professione. Sono state esposte, in sintesi, tutte le iniziative intraprese nel primo anno di attività: creato un canale di comunicazione attraverso social network e newsletter per aggiornamenti rapidi e continui; convenzioni per sostituzioni dei medici di base in tutto il territorio in modo univoco e trasparente; progetto di formazione continua; progetto poliambulatorio medico etico e di medicina preventiva territoriale; accordo di intesa con l’associazione dei giovani avvocati salernitani; accordo di intesa con l’associazione club medici; sostegno agli studenti della facoltà di medicina e chirurgia dell’ Università di Salerno attraverso solleciti al presidente della regione campania on. Caldoro di accelerare il protocollo d’intesa per il Policlinico di Salerno; sostegno alle manifestazioni di protesta per evitare la chiusura del presidio ospedaliero di Agropoli con sensibilizzazione del presidente Caldoro e del direttore generale dell’ASL SALERNO dott. Squillante; offerte di lavoro per contatto diretto meridiano spa; organizzazione corsi BLSD e PRE-Hospital Trauma Care IRC; convegno sulla colpa medica e responsabilità professionale del giovane medico; incontro con i primi laureati in medicina dell’università di Salerno; partecipazione a convegni sponsorizzati dall’Ordine. All’unanimità è stato riconfermato il direttivo in carica con la rielezione come presidente del dott. Claudio Zulli di Baronissi, assistente in Gastroenterologia e responsabile area nord della provincia di Salerno; vicepresidente il dott. Vincenzo Crispino di Agropoli, assistente in Medicina del Lavoro e responsabile area sud della provincia di Salerno; amministratore il dott. Angelo Fruncillo di Salerno, assistente in Anestesia e Rianimazione e responsabile per i corsi ed i servizi di emergenza ed urgenza; segretario la dott.ssa Chiara Ritonnaro di Salerno, assistente in Medicina del Lavoro e responsabile per i rapporti con l’Ordine dei Medici. E’ stato, altresì, costituito il consiglio esecutivo che risulta così composta : dott.ssa Marianna Longo, dott.ssa Daniela Esposito (responsabile area agro-nocerino sarnese), dott. Raffaele Dario D’Amato, dott. Alessandro Serio, dott. Giovanni Cannaviello, dott.ssa Maria Luisa Marra, dott. Aristide Marino. Sono stati eletti i rappresentanti dei giovani medici salernitani nelle strutture sanitarie campane : per gli OO. RR. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona- Azienda Ospedaliera Universitaria la dottoressa Valeria Palatucci; per il Policlinico Universitario Seconda Università degli studi di Napoli la dottoressa Anita Sommella; per il Policlinico Universitario “Federico II” il dottore Fabio De Bartolomeis. E’ stata costituita anche la consulta dei “futuri medici salernitani” che ha visto eletti studenti di medicina residenti nel territorio salernitano: Giovanna Alfano, Luca Pierri, Chiara Paolella, Francesco Clemente, Carmine Sellitto, Pasquale Bufano. Sono state valutate le tante proposte, i nuovi progetti, congressi e le tante iniziative promosse da tutta la platea dei giovani medici che verranno portate a termine nel corso del nuovo anno. “Cerchiamo di dare risposte concrete a tutti i giovani medici, cerchiamo di rispondere alle loro esigenze” sostiene il dott. Claudio Zulli. “Viviamo una profonda e persistente crisi economico-finanziaria che non sta risparmiando la sanità al pari di tutti gli altri settori produttivi e sociali e per questo cerchiamo di essere presenti su tutto il territorio Salernitano affiancando tutti i giovani camici bianchi” afferma il dott. Vincenzo Crispino. “Gli ottimi rapporti con l’ordine ci permetteranno di crescere e di realizzare sempre migliori progetti” sostiene la dott.ssa Chiara Ritonnaro. “Puntando sulla formazione avremo un grande crescita professionale” sostiene il dott. Angelo Fruncillo.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.