Home » >> Politica

Bracigliano: Istituto Comprensivo, il Venerdì Santo de “I Misteri”

Inserito da on 29 marzo 2013 – 00:00No Comment

 Il Venerdì Santo è una tradizione braciglianese che si tramanda da molte generazioni. Le statue dei  Misteri raccontano la passione di Gesù Cristo e, il nostro paese è strettamente legato a questa funzione. Tra le tante persone che affollavano oggi, le strade del nostro paese, ne abbiamo intervistato alcune tra cui il dottore Gianni Iuliano, ex sindaco e senatore, che ci ha raccontato che il primo Referendum risale ai tempi di Pilato , quando fece scegliere al popolo se liberare Barabba o Gesù ma essi  non seppero  farlo, infatti tutti noi sappiamo come è andata la storia. Iuliano ci ha raccontato che, quando era un bambino, il Venerdì Santo era una fiera di primavera, strettamente legata alla religione, dove si compravano i maiali per poi farli crescere fino a Natale e farli uccidere, ma le persone andavano anche a comprare gli attrezzi per lavorare, essendo il nostro un paese che viveva della propria attività agricola. Ci ha parlato anche del nuovo Papa e,secondo lui, il pontificato di Papa Francesco sarà una svolta per la Chiesa. Abbiamo chiesto un’opinione anche al nostro attuale Sindaco Antonio Rescigno , il quale ci ha narrato che quando lui era un ragazzo, si aspettava il Venerdì Santo per comprare gli indumenti nuovi per Pasqua , mentre noi ragazzi di oggi abbiamo tutto. Per il Sindaco, Bracigliano è una delle perle più belle della Valle dell’Irno e in questa  ricorrenza vi affluiscono molti turisti, ma un’ altra attrazione del paese sono anche le ciliegie , per le quali Bracigliano vanta il marchio D.O.P. Tra gli altri presenti abbiamo incontrato l’onorevole Tino Iannuzzi e ci ha detto che lui si reca a Bracigliano per questa celebrazione ogni anno e per lui è sempre emozionante vedere la passione che il paese mostra per questa ricorrenza , in quanto anche i compaesani,  che ormai non vivono più qua, si recano al paese di origine per essere presenti in questa giornata. Anche due consiglieri del nostro attuale consiglio comunale, Anna Campanella e Linda Corvino hanno parlato con noi  e Linda, presidente del consiglio comunale ci ha detto di una caratteristica di questa festa relativa al tempo, infatti lei ricorda che ogni anno la mattina è stato bel tempo , ma verso l’una, quando inizia il funerale di Cristo, il tempo si imbrunisce . Queste sono state alcune testimonianze che abbiamo raccolto tra le vie del paese e che ci ricordano dell’importanza di questa ricorrenza per la gente.

 

 

                                                                                                                Francesca Albano  

                                                                                                                        Rita Cardaropoli

GianMarco Carrano  

Antonietta Cerrato  

Giovanna De Caro  

   Grazia Moccia  

   Francesca   Ruggiero                                         

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.