Home » • Valle dell'Irno

Fisciano: Filmidea, trasformazioni anni Sessanta attraverso suoni rock

Inserito da on 21 marzo 2013 – 05:32No Comment

   Saranno Finaz, Nuto ed Orla (al secolo, il chitarrista Alessandro Finazzo, il batterista Alessandro Nutini e il chitarrista/tastierista Andrea Orlandini), tre dei sei componenti della Bandabardò, i protagonisti del nuovo incontro di Filmidea. Nel corso di una lezione/spettacolo, volta ad indagare i legami tra la musica rock ed i cambiamenti socioculturali degli anni Sessanta, i tre musicisti si esibiranno in alcuni brani celebri. Ad introdurli, contestualizzandoli storicamente, sarà Luca Polese Remaggi, docente di Storia Contemporanea alla Facoltà di Lettere dell’Università di Salerno, che proprio insieme ad Andrea Orlandini (in arte Orla) ha recentemente pubblicato un volume sui Rolling Stones (A. Orlandini-L. Polese Remaggi, I Rolling Stones, Ediesse, Roma, 2013). La lezione/spettacolo rientra nella Master Class di Filmidea, intitolata Immagini e suoni del Novecento e coordinata dal regista Giuliano Montaldo, che ha l’obiettivo di proporre una lettura della storia del Novecento attraverso gli audiovisivi. La Bandabardò, gruppo rock e folk, nasce in Toscana nel 1993, con lo spirito di ricreare sul palcoscenico la stessa atmosfera, intima e divertita, che caratterizza le cantate tra amici. Il primo album, “Il Circo Mangione”, è del 1996 e riscuote da subito grande successo. Segue nel 1998 “Iniziali B.B.”. Nel 1999 la Banadabardò registra il primo live, “Barbaro Tour”, quindi il gruppo realizza il terzo cd, “Mojito Football Club” (2000), eletto come disco del mese da Rockerilla. L’anno successivo la Bandabardò torna con “Se mi rilasso… collasso”, una raccolta di brani live più un inedito, “Manifesto”, e nel 2002 con “Bondo! Bondo!”, che raggiunge i vertici delle classifiche italiane per alcune settimane. Inizia subito dopo un tour di un anno e mezzo ricco di concerti affollatissimi, non solo in Italia, ma anche in Spagna, Francia e Svizzera. Nel 2004 esce “Tre Passi Aventi”, inoltre, da un concerto al Sashall di Firenze è tratto il primo DVD live, intitolato “Vento in Faccia”. Dopo quasi due anni di tournée, in Italia e all’estero, è la volta del doppio cd intitolato “Fuori Orario”, che entra nella Top Ten. Segue una nuova tournée e nel settembre del 2008 vede la luce “Ottavio”, una sorta di concept album, che racconta la storia di Ottavio dalla nascita all’età adulta. Nel 2009 la banda inizia la collaborazione con l’associazione Wamba, costituita da medici che, nel NordEst del Kenya, curano circa 200.000 persone. E di Africa si parla in “SetteXUno”, progetto discografico realizzato insieme a Giobbe Covatta con il patrocinio di Save The Children. Nel 2010 la rivista XL pubblica in esclusiva il cd “Allegro ma non troppo”, con l’esclusiva partecipazione di Goran Bregovich. L’ultimo album della Bandabardò è “Scaccianuvole” del 2011. Il comitato scientifico ed organizzativo di Filmidea è composto dai docenti dell’Università di Salerno Pietro Cavallo, Luigi Frezza e Pasquale Iaccio. Filmidea è organizzata in collaborazione con il Comune di Salerno, con Linea d’Ombra Festival delle culture giovani, con MARTE Mediateca di Cava de’ Tirreni e con la partnership dell’Automobile Club di Salerno.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.