Home » Sicurezza

Salerno: Polizia, arresto

Inserito da on 19 marzo 2013 – 00:00No Comment

Nella serata di ieri, personale della Polizia di Stato appartenente alla Squadra Mobile della Questura di Salerno ha tratto in arresto il 23enne salernitano Francesco Bifulco in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Salerno, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per rapina aggravata ed altro . I fatti cui si riferisce l’ordinanza accaddero lo scorso 18 febbraio allorché venne rapinata una tabaccheria in via Muratelle nel quartiere Torrione. Nell’occasione un giovane travisato con casco ed armato di pistola si era fatto consegnare la somma di mille euro circa. Le successive indagini condotte dalla sezione antirapina della Squadra Mobile hanno consentito di individuare le responsabilità del Bifulco, attraverso l’analisi dei filmati, il sequestro del casco e della pistola utilizzati per la rapina ed altri approfondimenti investigativi. Particolare impulso alle indagini specificamente rivolte all’individuazione dell’autore della rapina in Via Muratelle venne dato dall’arresto in flagranza dello stesso Bifulco, sempre ad opera della Squadra Mobile, per un’altra rapina da lui compiuta una settimana dopo, il 25 febbraio scorso, ai danni di una parafarmacia in via Rocco Cocchia. Nell’occasione, le conseguenti perquisizioni consentirono di sequestrare, appunto, casco, pistola ed altri oggetti che hanno permesso di rafforzare un convincente quadro probatorio anche per la rapina per la quale il Bifulco è stato raggiunto ieri da ordinanza di custodia cautelare in carcere. Le serrate ed articolate investigazioni della Squadra Mobile stanno consentendo, quindi, di ricostruire le specifiche responsabilità per ciascuna delle rapine che nell’ultimo periodo avevano destato particolare allarme in Città. Sono ormai numerosi i rapinatori seriali individuati ed arrestati dalla Polizia di Stato nell’ultimo mese. Prosegue, incessante, l’attività investigativa della Squadra Mobile al fine di individuare gli autori anche delle altre rapine.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.