Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: Nuovo Psi “Basta con le falsità – siate almeno rispettosi della verità!”

Inserito da on 19 marzo 2013 – 03:24No Comment

Continuano le falsità del Sindaco e del suo capogruppo in merito ai ritardi nell’approvazione del PUC: non è bastata la figuraccia fatta in consiglio comunale dal sindaco, quando – come solo chi sa di dire bugie – non solo non intervenne nell’assise per contestare le nostre deduzioni, ma da vigliacchi della politica continuano a rilasciare dichiarazioni false ed erronee alla stampa. Solo come promemoria per i cittadini, è bene ricordare che da oltre 7 anni il comune di Eboli ha affidato al prof. Gerundo dell’Università di Salerno l’incarico per redigere il Piano Urbanistico Comunale – con un incarico di oltre 500mila euro -, il quale PUC circa 2 anni fa fu presentato sotto forma di proposta, sebbene allora non fosse obbligatoria, alla provincia per un parere dato immediatamente,quindi, se davvero avessero voluto, avrebbero potuto già approvare da tempo il nuovo PUC, ma cosa fa il Comune di Eboli, invece di accelerare con l’approvazione del PUC perde tempo, guarda caso proprio mentre si approvano in consiglio una serie di varianti – ad oggi ancora ferme -, attende volutamente l’approvazione del nuovo PTCP nel luglio 2012 – il quale ratificherà i fabbisogni di capacità residenziale e non solo, in sede di conferenze di ambito con altri 10. Ma per fortuna anche questa procedura sta arrivando alla scadenza, così non avranno altre scuse per non approvare il PUC: ma in realtà questo a loro poco interessa visto che quello che dovevano fare lo hanno fatto, e nel mentre speculano, temporeggiano e dicono bugie alla Città – pensando di accattivarsi i disoccupati ed i cittadini – continuando a scaricare su altri le loro gravi responsabilità. A tal proposito ribadiamo la nostra ferma condanna per il comportamento adottato dal sindaco e dalla sua giunta nei confronti della civile protesta dei disoccupati ebolitani, oramai da ben 2 mesi in agitazione senza avere ottenuto alcuna risposta. La mancanza di rispetto umano da parte del sindaco e della maggioranza denotano un atteggiamento che supera i limiti del menefreghismo e dell’arroganza, inviare di nuovo le forze dell’ordine per schedare i disoccupati – che hanno solo chiesto di mantenere le promesse fatte dal sindaco e dal vice sindaco  sull’approvazione degli strumenti urbanistici per consentire di rilanciare il settore dell’edilizia oramai inesistente ad Eboli da almeno 15 anni – é la dimostrazione di come i cittadini debbano svegliarsi.Troppi davvero sono i danni che Melchionda, Cicia e company hanno creato alla città, troppe le incapacità, troppi gli interessi particolari tutelati da qualche furbetto a discapito di quelli generali della nostra amata Eboli, troppe le promesse fatte e non rispettate, eccessivo l’abuso della pazienza di chi crede ancora che le istituzioni debbano essere baluardo di onestà e di tutela dell’interesse pubblico: ora siamo giunti ad un punto di non ritorno, un punto nel quale l’unica alternativa degna sarebbe quella delle dimissioni di questa gente, ma sappiamo bene che mai lo faranno, mai rinunceranno al potere se non saranno i cittadini a strapparglielo dalle mani. Noi come Nuovo PSI anni fa abbiamo fatto una scelta alternativa e su quella strada continuiamo a camminare convinti: é un imperativo morale essere oppositori di questi sciacalli della politica e delle istituzioni, é per noi un obbligo civile promuovere e sostenere atti che possono dare risposte utili alla città – vedi le nostre ripetute interrogazioni e richieste di consigli comunali monotematici sui temi caldi dello scenario ebolitano, é per noi imprescindibile impegnarci politicamente nella discussione, nella risoluzione dei danni da loro creati – vedi park adinolfi, fascia costiera, puc, pua – e nell’attuazione del decreto sviluppo da noi richiesto tempo fa. Queste sono le vere motivazioni dell’agitazione e della protesta disoccupati – padri di famiglia, persone oneste – che non chiedono altro che rispetto per la loro condizione e per i tanti disoccupati silenziosi, e questi sono i motivi per i quali noi li sosterremo fino alla fine.

Gruppo consiliare Nuovo PSI/ MCD- Cariello Massimo – Fido Santo – Ginetti Ennio

Coordinatore cittadino Nuovo PSI – Di Benedetto Cosimo Pio.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.