Home » Curiosando

Pompei: XI^ Mostra Mercato radioamatore ed elettronica

Inserito da on 23 febbraio 2013 – 00:00No Comment

Al via 11esima edizione della Mostra Mercato Nazionale del Radioamatore, dell’Elettronica e dell’Informatica, in programma fino a domenica nell’area espositiva del Santuario di Pompei. Oltre 120 operatori, provenienti da tutta Italia, esporranno il meglio della tecnologia per professionisti e dilettanti: anche quest’anno si attendono almeno 10mila appassionati. L’evento conta 5 sezioni tematiche: Telecomunicazioni, Elettronica, Informatica, Hobbystica e Associazioni, oltre alle 2 sezioni speciali, Editoria di settore e Gadget per radioamatori. Si inizia con il Primo Convegno VHF/U-SHF “Citta di Pompei”, organizzato dal Comitato regionale Campania in collaborazione con la sezione Ari Pompei, che si terrà il 23 febbraio alle ore 9.15 presso il Santuario di Pompei,  sala Convegni Marianna de Fusco. Nel corso del Convegno  sarà allestito un desk di prova sulle apparecchiature autocostruite (preamplificatori o convertitori), a disposizione di tutti i partecipanti con l’ausilio di personale e strumentazione professionale. Il Convegno sarà trasmesso in diretta streaming da Radio Studio 7 di Macerata. Inoltre, grazie alla collaborazione di Antonio Cannataro, sabato 23 febbraio alle ore 10, presso la “sala rossa” del Santuario è stata organizzata una sessione di esami per la licenza U.S. Infine,la Conferenza Organizzativaa tema Regolamento A.R.I.-R.E. organizzata dall’ARI Nazionale per sabato 23 febbraio alle ore 15,00 presso il Santuario di Pompei, Sala Convegni “Marianna de Fusco”. La mostra-mercato è promossa dalla sezione di Pompei dell’Associazione radioamatori italiani (Ari), nata 26 anni fa con lo scopo di riunire i radioamatori dell’area vesuviana per motivi di studio e sperimentazione delle attività socio-educative connesse al servizio di radioamatore, tra cui il supporto alla protezione civile in caso di calamità naturali.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.