Home » >> Sanità

Agropoli: Squillante anticipa rimesse mensili Case di cura private

Inserito da on 22 febbraio 2013 – 01:55No Comment

 “Ancora una volta Squillante mostra di essere orientato al futuro mostrando attenzione ai problemi – afferma Pietro Antonacchio Segretario Generale della CISL FP – e come aveva promesso nella riunione del 19 febbraio, avendo verificato la disponibilità economica ad anticipare la rimessa mensile prevista per la prima decade di marzo, ha predisposto che lunedì vengano erogate le quote a tutte le case di cura private. Il fatto importante che con tale atto, si risolve la crisi di liquidità anche della Clinica Malzoni di Agropoli, la quale sembrerebbe poter avere a disposizione i soldi per erogare le giuste spettanze maturate ai lavoratori. E’ inutile sottolineare che l’aspetto essenziale dell’attuale gestione dell’ASL Salerno è che oltre a continuare a garantire rimesse mensili con regolarità, ha avviato un serio confronto con tutti gli attori interessati finalizzato ad un riordino razionalizzato delle attività anche in funzione di ridare fiducia ai cittadini sulla qualità delle prestazioni erogate sul nostro territorio e porre un argine al fenomeno della migrazione sanitaria che costa alle casse dell’ASL Salerno circa 90 milioni di euro annui. E’ una ingente liquidità che se immessa nella nostra economia aiuterebbe a superare la crisi del territorio e ad evitare i fenomeni di ridimensionamento e chiusura di strutture sanitarie. Obbligo pertanto che i dirigenti dell’ASL accelerino le procedura di verifica delle tipologie di prestazioni che migrano fuori dal nostro territorio ipotizzandone un piano di rientro al fine di adeguare la offerta alla domanda di assistenza. Non tenere conto di ciò arrecherebbe un grave danno economico, poiché tali risorse potrebbero essere allocate definitivamente in altri territori, e la responsabilità sarebbe tutta imputabile a quei dirigenti che non orientati al futuro distruggono il presente irrimediabilmente.” (Pietro Antonacchio)  

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.