Home » Cronaca

Vietri “isolata”, disagi e proteste dei cittadini

Inserito da on 17 febbraio 2013 – 00:00No Comment

 Antonio Di Giovanni

Il dissesto idrogeologico del territorio salernitano e più precisamente di quello costiero,sta provocando, senza ombra di dubbio, gravi danni all’economia e al turismo. Vietri ne è un caso emblematico,poiché mai come in questi giorni si trova “rinchiusa” tra due frane , a Marian e a Salerno, che l’hanno praticamente isolata . I lavori a Marina, dopo mille polemiche e tanti “scaricabarile”, sembrano essere  iniziati con buona lena,ma i tempi per la  riapertura del traffico veicolare  sono ancora da valutare, nel frattempo la frana del costone roccioso a Salerno, ha di fatto determinato il completo isolamento di Vietri, con gravi danni all’economia cittadina. Negozianti che hanno aperto per “onor di firma” i loro negozi e le botteghe artigiane, vista la quasi totale assenza di turisti , complice il maltempo,e poi la sera la frana ha fatto il resto, con una desolante assenza di avventori in ristoranti e pizzerie. Tenendo presente che a Carnevale  e S.valentino,nessuna manifestazione era stata programmata , si evince che  questo sarà certamente un “annus horribilis” per l’economia vietrese. Il traffico chiuso da e per Salerno, anche se le ultime notizie parlano di  ancora due giorni al massimo, il traffico alternato da e per Marina,hanno  fatto si che molti operai ,studenti,ed impiegati, hanno dovuto “marinare” la scuola o prendersi giorni di ferie al lavoro, una situazione che , se appare per molti “pirandelliana”, non lo è certamente per i cittadini vietresi, i quali aspettano il risolversi di questi problemi del territorio da anni, stufi di promesse e di lavori eseguiti con superficialità e lungaggini burocratiche . Il “grido” di allarme lanciato dalle associazioni di categoria dei commercianti, dei ristoratori e dei ceramisti è stato forte e chiaro  e deve essere raccolto da chi amministra ,poiché , e questo è un dato di fatto, Vietri è in una difficile fase economica e sociale, da cui sembra non uscirne più. E le conseguenze potranno essere sicuramente  incalcolabili e imprevedibili.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.