Home » Mondo

MWANAFUNZI studente, allievo

Inserito da on 4 febbraio 2013 – 00:00No Comment

Padre Oliviero Ferro

Se ti alzi la mattina presto, verso le sei, vedrai delle lunghe file di ragazzi, con la cartella sotto il braccio, che si mettono in cammino verso le scuole. Il sole si è appena alzato e loro sono già in strada. C’è chi accompagna i fratellini e le sorelline più piccole verso la scuola materna. Quelli della scuola primaria(elementare) se ne vanno di corsa, perché devono essere puntuali. Qualcuno riempie la bottiglietta di plastica di acqua alla fontanella. Mentre i più grandi, con una certa serietà, cercano di avere un passaggio sui taxi. Ma non c’è posto per tutti. E allora, bisogna camminare per fare i diversi chilometri che li separano dalla scuola. Chiacchierano del più e del meno. Qualcuno chiede all’altro se è pronto per l’interrogazione e se ha fatto i compiti(devoirs). Qualcuno dice che ha dovuto aiutare i genitori e non ha avuto il tempo per finirli. Aveva cominciato alla luce della lampada a petrolio. Ma poi la stanchezza lo aveva vinto e si è buttato sulla stuoia. Non poteva farcela, altrimenti al mattino non si sarebbe svegliato. Qualcun  altro è contento perché, insieme al suo gruppo di studio, stanno preparando gli esami semestrali. Si sentono forti e sono sicuri di farcela. Altrimenti bisognerà, purtroppo, ricorrere ad altre strade, corruzione compresa. Tutti hanno fame, professori compresi. Ormai sono arrivati nel cortile della scuola. Si salutano e si mettono in fila, due a due, per cantare l’inno nazionale. Poi, entreranno nella loro classe, cercando di accaparrarsi il posto migliore. E così la giornata andrà avanti, passando da un professore all’altro, cercando di capire, immagazzinare tante nozioni. Magari facendo gli esperimenti di fisica alla lavagna, dato che mancano gli strumenti didattici. Ma soprattutto pensando che forse, anche loro, un giorno saranno al posto di quel professore e chissà, da cosa nasce cosa…

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.