Home » >> Politica

Salerno: Pdl, candidati per Campania2 in campo

Inserito da on 2 febbraio 2013 – 00:00No Comment

Francesca Carrano

Presentata stamane a Salerno la lista dei candidati salernitani alle prossime politiche del PDL. L’On. Mara Carfagna si propone di fare del PDL il primo partito a Salerno città e in provincia. Si è ormai nel vivo della campagna elettorale che vedrà il PDL impegnato in 5 grandi eventi che interesseranno tutta la provincia: si inizierà il 9 febbraio a Sala Consilina, poi il 10 a Vallo della Lucania e a seguire il 15 a Eboli e il 16 a Nocera. Non ancora definita la data dell’ultimo incontro in cui, annuncia l’On Carfagna, è possibile anche la presenza del candidato premier Berlusconi, che manca da Salerno da circa 7 anni. L’assenza in sala del sindaco Alberti ha suscitato qualche perplessità subito, però, fugata dall’On Carfagna che ha anticipato di una manifestazione voluta e organizzata proprio da Aliberti per il partito a metà febbraio. Fra i candidati il Senatore Giuseppe Esposito che sta lavorando per riorganizzare il partito nell’Agro-Nocerino-Sarnese insieme a giovani, militanti storici e simpatizzanti del PDL. La manifestazione che interesserà l’Agro è curata con i riferimento di partito locali e con gli amministratori. Un ringraziamento per l’ottimo lavoro di squadra, il Senatore Esposito lo rivolge ad Agovino di Sarno e a Cavizzolino di Nocera. Nelle intenzioni del senatore Esposito c’è la volontà di recuperare quelle forze che, negli ultimi anni, erano state lasciate in disparte o espulse dal partito per iniziare una nuova fase per il PDL salernitano. Tra gli altri candidati anche il futuro coordinatore cittadino il senatore Fasano, la consigliera regionale Eva Longo e il responsabile delle politiche giovanili Vittorio Acocella. Per Acocella il PDL è in rimonta grazie a Berlusconi, unica scelta credibile per la garanzia di governabilità del Paese. Nessun’altra scelta può dare all’Italia la stabilità di cui ha bisogno- ci dice Acocella- né l’accordo Monti-Bersani già messo in bilico dall’affair Monte dei Paschi, né la dichiarata ostilità di Vendola a Monti e ai tecnici. L’impegno di tutti i candidati del PDL è quello di continuare con la ricostruzione del partito per rilanciarlo a livello locale e nazionale.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.