Home » Arte & Cultura

Salerno: standing ovation per l’attrice Pia Lanciotti

Inserito da on 14 gennaio 2013 – 00:00Un commento

 Alfonso Mariano

Una serata da incorniciare quella tenutasi venerdì 11 gennaio 2013 alle ore 19 nel salone degli spettacoli al terzo piano del complesso monumentale di Santa Sofia che ha ospitato, all’interno della rassegna “Natale a Salerno”, un momento di riflessione sul delicato e complesso tema della violenza sulle donne, diventata un’autentica emergenza nazionale. Protagonista di una straordinaria kermesse l’attrice Pia Lanciotti, eccellente il suo curriculum: Scuola di Teatro diretta da Giorgio Strehler; Borse Di Studio per Seminari Internazionali in Lingua Inglese con Declan Donnellan, Bruce Meyers, Jan Simmons; Corso di Doppiaggio diretto da Renato Cortesi, perfetta Conoscenza dell’ Inglese e del Francese, è oggi una delle più apprezzate interpreti della Compagnia del “Piccolo” di Milano, oltre ad essere stata apprezzata interprete di films per il cinema e la televisione. Prestigiosi i risultati ottenuti Cinema 2009 ‘L’Estate d’inverno’:  premio migliore attrice protagonista al Festival Internazionale del Cinema Indipendente di Parigi; premio migliore attrice protagonista al Festival del Cinema Maremetraggio; Teatro, Premio Eleonora Duse Miglior e Attrice Emergente 2002; Premio Nazionale della Critica Migliore Attrice 2002;Premio Migliore  Attrice ‘La Parola e il Gesto : Il Teatro è Donna” 1996. Pia Lanciotti ha emozionato, commosso, affabulato il folto pubblico presente, nell’interpretare i monologhi sulla violenza sulle donne di Rosaria Zizzo, ricevendo autentiche standing ovation dai presenti incantati dalla bravura dell’attrice. Dal desiderio di libertà della strega, alla donna incinta che nasconde la gravidanza per non essere licenziata, che, nonostante gli sforzi per celare la maternità, perde il posto di lavoro; dalla violenza subita fra le mura domestica di una sposa bambina quattordicenne, costretta a subire angherie sia fisiche che psicologiche, ma con un risvolto positivo: una presa di coscienza e la riconquista della libertà in una società nella quale il maschilismo becero è ancora imperante. Un binomio straordinario tra due artiste salernitane che hanno offerto alla città di Salerno un momento di drammatica riflessione, con la presentazione di monologhi tratti dal testo “Anima in Parole” di Rosaria Zizzo, poetessa e scrittrice particolarmente sensibile che ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti in campo nazionale, curatrice ed organizzatrice di eventi di grosso spessore culturale, versatile e poliedrica, vincitrice di innumerevoli premi letterari, nonché organizzatrice di eventi culturali di grande levatura, particolarmente attenta alle tematiche sociali e, segnatamente, a quelle che affrontano problematiche inerenti l’universo femminile. L’autrice ha intrattenuto il pubblico enucleando le motivazioni alla base del suo percorso di scrittrice e poetessa declamando con grande bravura alcune sue liriche. Un canovaccio teatrale contro la violenza sulle donne che merita di essere sostenuto e rappresentato su tutto il territorio nazionale. Nelle parole pronunciate dall’assessore al Turismo avv. Enzo Maraio e dal vicesindaco di Salerno, prof.ssa Eva Avossa l’elogio sia per la bravissima attrice Pia Lanciotti, sia per l’intensità  emotiva e la profondità dei testi dell’autrice Rosaria Zizzo, sottolineando la disponibilità e l’importanza di sostenere un progetto che rappresenta tematiche così drammatiche, soprattutto se ad interpretarlo sono due artiste salernitane quali Pia Lanciotti e Rosaria Zizzo. A fine spettacolo abbiamo chiesto a Rosaria Zizzo un commento sulla manifestazione, ci ha dichiarato: “Sono felice ed orgogliosa che  una straordinaria attrice quale Pia Lanciotti abbia voluto per la seconda volta portar in scena, con così toccante e intensa maestria, i monologhi tratti dal mio testo Anima in parole”.

Un commento »

  • Luca scrive:

    Ero presente anche io alla serata, davvero memorabile sia l’interpretazione dell’attrice sia la profondità di contenuti dei monologhi… L’autore dell’articolo ha molto ben espresso le sensazioni e le emozioni che tutti gli spettatori presenti hanno provato! Complimenti!

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.