Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

I nuovi vampiri dissanguano Battipaglia

Inserito da on 28 maggio 2012 – 02:43No Comment

Nel Consiglio Comunale del 28 maggio, una maggioranza blindata, silente, arrogante, impermeabile alle esigenze ed agli appelli della città, ha approvato un nuovo, massiccio ed infame salasso fatto di imposte e tasse a danno dei cittadini di Battipaglia. Non bastava l’aumento delle tariffe della mensa scolastica e dell’asilo nido, colpendo le centinaia di famiglie che mandano i propri figli a scuola e quelle che hanno bisogno di usufruire dell’asilo. Il Consiglio del 28 ha deciso di aumentare l’addizionale IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche) del 40% con un prelievo che è concentrato in particolare sui redditi dai 15.000 ai 45.000 euro. Il Consiglio ha deciso di aumentare la TARSU del 25%, senza neanche porsi il problema di legare le tasse alla reale produzione di rifiuti. Infine, la tassa più infame: l’IMU, l’imposta sugli immobili voluta dal governo, che l’amministrazione Santomauro approva applicando le aliquote più alte. Sulla prima casa la legge fissa lo 0,4%, i comuni possono ridurla o aumentarla dello 0,2%; Santomauro e Co. la portano al massimo: 0,6%. Sulle seconde case la legge fissa lo 0,76%, i comuni possono ridurla o aumentarla dello 0,3%; Santomauro &Co. la portano allo 0,96%. Sulle strutture agricole la legge fissa lo 0,2%, i Comuni possono ridurla allo 0,1%; Santomauro &Co. confermano quella per legge; Sui terreni agricoli la legge fissa lo 0,76%, i comuni possono ridurla o aumentarla dello 0,3%; Santomauro & Co. aumentano l’aliquota allo 0,96%; Sulle abitazioni di famiglie in cui è presente un portatore di handicap è possibile una agevolazione sull’IMU, i comuni più sensibili la stanno applicando, Etica, facendosi portavoce di una richiesta della consulta dei disabili l’ha proposta. Anche qui la risposta è stata negativa per “gli equilibri di bilancio”. Non è bastato neanche l’appello firmato da 800 battipagliesi  con una proposta di deliberazione di iniziativa popolare, che comunque il Consiglio Comunale dovrà discutere a breve, come ha ricordato la nostra Consigliera Comunale Cecilia Francese, a farli recedere. “Esigenze di bilancio”,  ha spiegato il dirigente del Comune di Battipaglia; “A noi va bene così ” ha gridato in aula in gesto di sfida il P.D. Peccato che queste esigenze di bilancio non sono valse quando Santomauro & c. hanno bocciato la proposta di Etica per il Buongoverno di ridurre del 25%  il gettone di presenza ai consiglieri comunali. Anche la tutela degli interessi della casta va bene al P.D.! Stanno dissanguando questa città, dopo averla stremata, umiliata e fermata in ogni sua iniziativa. Tocca a noi, a Battipaglia tutta, fermare questi moderni “vampiri della città”. Anche per questo etica per il buongoverno annuncia una nuova manifestazione pubblica in piazza, per denunciare quello che Santomauro & c. stanno combinando. chiamiamo fin da ora tutta Battipaglia a partecipare con una unica parola d’ordine : “mandiamoli a casa”.

Etica per il Buongoverno

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.