Home » Sicurezza

Cava de’ Tirreni: operazione congiunta Polizia Locale- Polizia di Stato

Inserito da on 11 maggio 2012 – 00:00No Comment

Questa mattina intorno alle ore 6 e 30 personale del Comando di Polizia Locale, al comando della dott.ssa Licia Cristiano, e del Commissariato di Polizia retto dal dott. Giuseppe Marziano, è intervenuto all’interno della struttura di proprietà comunale ex Confima, sorprendendo al suo interno quattro persone che bivaccavano da tempo al suo interno. Nella stessa operazione sequestrato un panetto di hashish. Indagini portate avanti da qualche tempo nella zona hanno portato, alle prime luce dell’alba di oggi, venerdì 11 maggio, a far scattare un’operazione congiunta tra Polizia Locale metelliana e Polizia di Stato per sorprendere alcuni “abusivi” all’interno dell’opificio ex Cofima, di recente acquistato dal Comune metelliano. Gli agenti di Polizia Locale, al comando del ten. col. Licia Cristiano, coordinati dal ten. Michele Lamberti, insieme a quelli del locale Commissariato di P.S., al comando del vicequestore Giuseppe Marziano e coordinati dal suo vice Vincenzo Siani, sono entrati all’interno della struttura dopo che la squadra di pronto intervento dell’Ufficio Tecnico Comunale, diretta dal geometra Lucio Lamberti, aveva provveduto a rompere un lucchetto messo abusivamente dinnanzi all’accesso del capannone in via G. Palumbo. All’interno dell’area, in un prefabbricato utilizzato in passato come guardiania della Cofima, sono state sorprese a bivaccare due persone, in una situazione igienico sanitaria precaria. Gli agenti hanno perquisito l’ambiente è hanno rinvenuto anche un panetto di hashish, posto sotto sequestro. Per D.Z, di 39 anni, e B.E. di 45, entrambi rumeni, sono scattate le manette per detenzione di grossa quantità di sostanza stupefacente e denunciati per occupazione abusiva di struttura pubblica. Sempre nel corso dell’operazione, ma più all’interno di uno dei capannoni dell’ex Cofima, sono state sorprese a dormire altre due persone, entrambe di nazionalità ucraina, un uomo, M.V. di 32 anni, e una donna, G.E. di 48 anni. Anche per queste ultime due è scattata la denuncia per occupazione abusiva di struttura pubblica.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.