Home » >> Politica

Salerno: 120° nascita PSI

Inserito da on 10 maggio 2012 – 05:56No Comment

Sabato 12 maggio, alle ore 10:00, al Polo Nautico di Salerno i giovani socialisti si sono dati appuntamento per celebrare il centoventesimo anniversario dalla nascita del Partito Socialista Italiano (1892-2012), iniziativa già lanciata nello scorso mese di aprile a Genova dal PSI di Riccardo Nencini proprio nello stesso cinema, la Sala Sivori, dove il 15 agosto 1892 prendeva forma il partito dei lavoratori italiani. I Giovani Socialisti di Salerno, così, organizzano una tavola rotonda dal tema “120 anni del PSI. Le radici del nostro futuro. I socialisti a confronto”, alla quale sono stati invitati a partecipare esponenti di ieri e di oggi del socialismo salernitano, a prescindere dagli schieramenti in cui attualmente militano. Alla proiezione di un video che ripercorre la gloriosa esperienza socialista, seguirà l’introduzione dei lavori affidata a Silvano Del Duca, Vice Segretario nazionale dei Giovani Socialisti. Previsti, poi, gli interventi di Fabiano Farina e Nicola Costa, rispettivamente Presidente e Segretario della FGS di Salerno, Claudia Bastianelli, Segretario nazionale FGS ed Enzo Maraio, Responsabile Mezzogiorno del PSI. L’iniziativa avrà un duplice valore: commemorare la storia del Partito Socialista e l’impegno dei suoi dirigenti nelle battaglie per i diritti, per le libertà e la democrazia, ed utilizzare la stessa storia per progettare il futuro. E proprio i socialisti di Nencini hanno lanciato l’idea di ricostruire il centrosinistra attraverso la nascita della “Casa dei Riformisti”, un luogo comune che prenda a riferimento il filone del socialismo europeo e che accolga i laici e la sinistra riformista del nostro paese. Il confronto non potrà non tenere conto della importante vittoria del Ps e di Francois Hollande in Francia e il risultato delle ultime amministrative in Italia che, oltre ad attestare il Partito Socialista Italiano di Riccardo Nencini intorno al 3% dei consensi su scala nazionale, hanno evidenziato l’avanzata dell’anti politica, il crollo dei partiti più importanti e la volontà dei cittadini di determinare un radicale cambiamento.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.