Home » • Valle dell'Irno

Pellezzano: raccolta differenzaiata, dal 1 maggio piatti e bicchieri non saranno più una frazione estranea

Inserito da on 8 maggio 2012 – 05:30No Comment

Dal primo maggio, piatti e bicchieri non saranno più una “Frazione estranea”.Preceduta dagli indirizzi della Direttiva 2004/12/CE dell’Unione Europea, ora anche le stoviglie usa e getta sono considerate imballaggi, e quindi soggetti al versamento del contributo ambientale (finanziamento attraverso cui il CONAI ripartisce tra produttori e utilizzatori il costo per i maggiori oneri della raccolta differenziata, per il riciclaggio e per il recupero dei rifiuti ). Per dar seguito alla Direttiva CEE, nell’ultima riunione del Comitato di Coordinamento che sovrintende alla gestione ed applicazione dell’Accordo Quadro Anci-Conai, riunitosi lo scorso 21 marzo a Firenze, sono state deliberate sostanziali e significative modifiche relativamente al sistema di gestione dei rifiuti plastici. Finalmente, anche il “Monouso”, e specificatamente le stoviglie usa e getta entrano di diritto fra i materiali da conferirsi alla filiera del recupero per essere successivamente riciclati. Pertanto, dal 1° maggio piatti e bicchieri possono essere conferiti al Consorzio Corepla, perdendo di fatto l’etichetta di  frazione estranea”. Purtroppo, ancor’oggi il monouso recuperabile non riguarda le posate e le stoviglie realizzate in plastica durevole, che faranno parte ancora della frazione comunemente chiamata “indifferenziata”, ma è comunque un ottimo traguardo che consentirà un utilizzo sempre minore delle discariche e degli impianti di smaltimento finale. Necessari gli accorgimenti pre-conferimento: Piatti e bicchieri dovranno essere accuratamente ripuliti svuotandoli  da qualsiasi residuo organico, solido o liquido che possa essere. Accorgimento necessario, se consideriamo che ai fini della qualità del rifiuto e del suo recupero finale, pesa la presenza di frazioni estranee ancor più contaminanti che farebbero ripiombare il nuovo materiale nobile tra le fila degli “irrecuperabili”. Si è delineata – dichiara Francesco Morra Presidente di Raggio Verde” –  quindi un’opportunità anche per il Comune di Pellezzano, che certamente si prodigherà al fine di allineare il sistema di gestione della Raccolta Differenziata, a questa importante novità  che, attraverso l’ulteriore  facilitazione per i cittadini, del conferimento dei materiali nella raccolta differenziata, verrà prodotto oltre ad un beneficio in termini ambientali, anche un consistente aumento della raccolta Differenziata e da non trascurarsi, un aumento considerevole dei corrispettivi ricevuti a fronte del materiale correttamente conferito. L’Associazione Raggio Verde, – dichiara Mario Carpentieri Resp. Del Settore Ambiente di Raggio Verde -  sempre sensibile e propositivamente vicina  alle tematiche ambientali si rivolge ai concittadini tutti ed all’Amministrazione Comunale, affinché  il conferimento di  piatti e bicchieri che non contengano residui di cibo e bevande nel circuito della Raccolta Differenziata possa divenire immediatamente realtà. Corretto ad ogni buon conto l’incipit dell’ Associazione Raggio Verde che, al di la della bontà delle nuove regole che favoriscono un sempre minor impatto ambientale, ricorda  però che l’azione migliore che possa essere posta in essere per migliorare il sistema di gestione dei rifiuti, è quella di  non produrli! Quindi continuiamo ad usare i bicchieri e piatti di plastica solo quando riteniamo essere strettamente necessario!

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.