Home » Senza categoria

Napoli: Coisp, mortificazione governo Monti

Inserito da on 1 maggio 2012 – 00:28No Comment

Lo spirito di sacrificio e la grande abnegazione che contraddistingue gli uomini e le donne della Polizia di Stato e di tutto il comparto sicurezza hanno consentito di porre fine ad uno stato di vessazione cui versava una donna salernitana, segregata, violentata e malmenata dal suo ex compagno magrebino. Questa è solo l’ultima operazione che ha visto protagonisti la polizia di stato, nello specifico, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli che hanno materialmente salvato una donna dal suo violento aguzzino, che la teneva sequestrata in casa, sottoponendola a violenze di ogni tipo, nonostante ella fosse incinta.“Ai poliziotti che brillantemente hanno portato a termine una così delicata operazione di Polizia, vanno i complimenti ed i ringraziamenti miei e di tutto il Sindacato che rappresento – sono queste le parole del Segretario generale Regionale del Sindacato di Polizia COISP, Giuseppe Raimondi, che intervenuto sull’argomento ha così proseguito – a questa bella notizia fa da contraltare l’esito del Consiglio dei Ministri tenuto ieri , in cui si esaminava la relazione sulla cosiddetta “spending review”, madre di tutte le riorganizzazione della Pubblica Amministrazione e di tutte le Amministrazioni correlate. Ebbene il Consiglio sta considerando l’idea di effettuare ulteriori tagli per circa 13 miliardi di euro che andranno a colpire come una mannaia i già disastrati bilanci dei vari ministeri, tra cui quello dell’Interno. Tutto ciò non è più tollerabile, ormai siamo alla mortificazione più umiliante per il Comparto sicurezza, già gravato dai precedenti tagli, da una riforma del sistema pensionistico a dir poco deleteria, dalla mancanza del riordino delle carriere non più prorogabile.- Continua il leader campano – Almeno in passato avevamo un interlocutore con cui confrontarci, ora il c.d. Governo tecnico va avanti per la propria strada senza concertarsi con le parti sociali.  La sicurezza non è una spesa ma un investimento e pertanto va considerato tale; i cittadini meritano rispetto e protezione che può essere fornita solo da personale qualificato come tutti gli appartenenti al comparto sicurezza, che però non devono essere abbandonati a se stessi e muniti esclusivamente di buon senso e spirito di abnegazione, così come purtroppo oggi accade. Approfitto dell’occasione per augurare , in senso ironico del termine, un buon I maggio, festa dei Lavoratori, mai umiliati e tartassati dalle Istituzioni come in questo periodo” .

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.