Home » • Salerno

Salerno sperimenta borsa lavoro edilizia nazionale

Inserito da on 20 marzo 2012 – 06:19No Comment

Salerno  tra le 14 città  in Italia che sperimenta la Borsa del lavoro Nazionale dell’Edilizia,  il primo sistema di servizi on line per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro nel settore delle costruzioni. E’ stata presentata questa mattina nel Salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino la convenzione stipulata tra Provincia di Salerno ed Ente Scuola Edile di Salerno per l’attivazione della Borsa Lavoro Edile Nazionale (piattaforma Blen.it). A siglare l’accordo il presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli,  lassessore provinciale alle Politiche del Lavoro Pina Esposito, il presidente dellEnte Scuola Edile di Salerno Vincenzo Russo, il vice presidente  Eses Luigi Ciancio, il Direttore Eses Orlando Vitolo e il dirigente ai Centri per lImpiego della Provincia di Salerno Domenico Ranesi. Il progetto, che parte in via sperimentale con un primo nucleo ristretto di province, per poi essere messo a regime sull’intero territorio nazionale, è un sistema di servizi on line finalizzato a facilitare e promuovere l’incontro tra lavoratori ed aziende del settore edile. Basterà, infatti, un clic per mettere in contatto lavoratori ed imprese.In pratica, sarà sufficiente inserire i propri dati anagrafici e professionali nel portale (www.blen.it), specificando le proprie competenze; le imprese potranno consultare la banca dati e individuare il profilo più adatto alle proprie necessità. I dati saranno incrociati e verificati con i centri per l’impiego e con il Sistema Informativo Lavoro.“La convenzione è una grande occasione per il settore edile, perché con la Blen sarà possibile agevolare l’occupazione - ha spiegato il presidente dellEnte Scuola Edile di Salerno Vincenzo Russo – sottolineando che l’accordo era quell’anello di congiunzione che mancava tra impresa, il mondo della formazione ed i lavoratori”. “Una collaborazione perfettamente in linea con le politiche del lavoro - ha detto lassessore provinciale Pina Esposito – perché questo progetto rappresenterà un unico punto di accesso per la circolazione delle informazioni del mercato del lavoro, garantendo una gestione più efficiente dei servizi di incontro tra domanda ed offerta“. “Di fondamentale importanza il lavoro sinergico delle parti per la gestione e l’implementazione del sistema Blen in un settore strategico per l’economia dell’intero territorio salernitano” – ha spiegato il presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli - riconoscendo un vero gioco di squadra che dimostra ancor più l‘efficienza del sistema in edilizia.” Lobiettivo primario del sistema Blen è quello di ottimizzare la circolazione delle informazioni tra lavoratori disoccupati o inoccupati e imprese del settore sulle opportunità lavorative e sulle offerte formative, con lo scopo di favorire lincontro tra domanda ed offerta di lavoro, mediante listituzione della Banca del Lavoro (informatizzata) presso ciascuna Scuola Edile, collegata alla Borsa lavoro, a cui affluiscono i curricula dei lavoratori e le offerte formative delle imprese edili.Con la Borsa Lavoro Edile Nazionale  - ha dichiarato il Direttore Eses Orlando Vitolo - migliorerà la qualità e le competenze dei lavoratori, perché sarà compito delle Scuole Edili verificare la corrispondenza delle capacità ed essere attenti nell’offrire al lavoratore o disoccupato che sia corsi formativi che arricchiranno le loro conoscenze.” L’accordo si pone infatti, l’obiettivo di favorire l’integrazione delle informazioni inerenti il mercato del lavoro locale nel settore edile avendo come riferimento le attività dei Centri per l’Impiego (di competenza dell’Amministrazione provinciale di Salerno) intesi come servizi territoriali di supporto allo sviluppo del mercato del lavoro e dell’economia locale, nonché al contrasto del lavoro irregolare. “Molto importante -  ha dichiarato il vice presidente  Eses Luigi Ciancio - è che potranno iscriversi al portale soltanto le aziende regolari“. Da qui l’appello al presidente della Provincia Cirielli a pensare di creare un “bollino dell’etica” nei cantieri per contrastare il lavoro nero, il malaffare, per l’emersione del lavoro irregolare e la sicurezza certificata. La collaborazione favorirà la nascita di uno sportello di consulenza, sia presso la Scuola Edile di Salerno, le organizzazioni sindacali di categoria, l’Ance che il Centro per l’Impiego,  per agevolare l’occupazione nel settore edile, e rappresenta quell’anello di congiunzione che mancava tra l’impresa, il mondo della formazione ed i lavoratori. Imprese e lavoratore, infatti,  potranno inserire i propri dati ed entrare in un mondo prettamente edile. Grazie al sistema Blen sarà possibile costruire un’anagrafica dei lavoratori in mobilità, valutarne le competenze e le potenzialità così da individuare per ciascuno di loro un potenziale percorso formativo e professionale e la rispondenza alle esigenze occupazionali delle imprese. Inoltre le Scuole edili dovranno definire insieme ai lavoratori i possibili percorsi formativi necessari per completarne il profilo professionale o il ricollocamento in nuove mansioni, costituendo così un vero strumento di valutazione, di formazione e di fidelizzazione della mano d’opera e di qualificazione concreta del sistema delle imprese. Attraverso il portale i lavoratori potranno inserire e aggiornare il proprio curriculum vitae, consultare le offerte di lavoro inserite dalle aziende e inviare la propria candidatura, tenersi aggiornati tramite un servizio sms sulle ultime domande di lavoro inserite dalle aziende, consultare le opportunità formative esistenti, accedere al servizio di identificazione e valutazione delle competenze e ai servizi di assistenza dedicati presso gli sportelli delle Scuole edili. Il sistema comporta vantaggi anche per le imprese, che potranno inserire le offerte di lavoro, consultare il curriculum vitae dei lavoratori, accedere ai servizi di assistenza e consulenza dedicati presso gli sportelli delle Scuole Edili. “Con il sistema Blen, oggi abbiamo la possibilità di ottenere uno sportello unico, formativo, capillare che si interfaccia con i Centri per l’Impiego e, che punta a dare informazioni per inserire nel mondo del lavoro - ha continuato il dirigente ai Centri per lImpiego della Provincia di Salerno Domenico Ranesi.  Il BLEN.IT, quindi è lo strumento, individuato dalle parti, per valorizzare i lavoratori nel processo produttivo dell’edilizia anche attraverso la formazione, nonché per contrastare il lavoro nero, il lavoro sommerso, il caporalato e l’intermediazione passiva della manodopera gestita dalla criminalità. Questo progetto rappresenta una svolta epocale, secondo i dirigenti della Scuola Edile, che per la prima volta si dota di un unico punto di accesso per la circolazione delle informazioni del mercato del lavoro, garantendo una gestione più efficiente dei servizi di incontro tra domanda/offerta e consentendo una maggiore competenza e professionalità dei lavoratori in ambito locale e nazionale. Pertanto, i disoccupati, gli occupati in altri settori produttivi e le aziende regolarmente iscritte presso la Cassa Edile potranno recarsi presso gli uffici della Scuola Edile in via Cerzone, 1  a Brignano Superiore (Sa) per una consulenza e per l’inserimento del proprio curriculum nella Banca Dati Nazionale BLEN.IT ( il servizio è gratuito). Il progetto BLEN.IT è un progetto unitario nazionale di sistema, realizzato dal Formedil e gestito dalle Scuole Edili. Si avvale della collaborazione della Commissione paritetica per le Casse Edili CNCE.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.