Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Fiera “Città di Cava de’ Tirreni”: meeting tematico sui giardini pensili

Inserito da on 20 marzo 2012 – 04:04No Comment

Continua a Piazza Amabile la 2a Fiera Città di Cava de’ Tirreni, organizzata dall’Associazione “Uniti per Cava”. Un centinaio gli espositori presenti, in rappresentanza di 7 regioni italiane. La Fiera, che ha aperto i battenti nello scorso fine settimana, ha subito fatto registrare numeri importanti tra sabato e domenica, con la presenza di Denny Mendez, Miss Italia 1996 e affermata attrice cinematografica e teatrale, che ha calamitato l’attenzione del folto pubblico presente e degli stessi espositori, che sabato 17 marzo, intorno alle 18.30, hanno potuto accogliere presso i loro stand la Madrina della Fiera 2012.  L’affascinante Denny si è fermata oltre due ore in Piazza Amabile; ha scambiato opinioni con i visitatori, firmato autografi e posato davanti ai flash dei numerosi appassionati accorsi a Cava de’ Tirreni. Sempre sorridente e disponibile, l’artista di origine dominicana ha concesso interviste televisive e radiofoniche e si è soffermata in alcuni stand a “saggiare” le qualità dei prodotti esposti.“È la seconda volta che vengo a Cava de’ Tirreni – ha ricordato la Mendez, che fino a gennaio ha portato in giro per i teatri italiani “Addio al Nubilato”, commedia al femminile scritta e diretta da Francesco Apolloni, – e sempre per un evento organizzato da Bruno D’Elia. Partecipo volentieri a iniziative come queste, perché mi consentono di stare tra la gente e sentirne il calore. Tra cinema, televisione e teatro non ho molto tempo da dedicare ai contatti umani extralavorativi e di questo me ne dispiaccio. Ecco perché quando mi è arrivata la chiamata degli organizzatori di questa Fiera ho subito detto di sì. Le regioni del Sud poi le adoro. Per le loro bellezze, ma anche per il calore che riescono a trasmetterti”. Meeting Tematico: i giardini pensili – Ieri pomeriggio, Lunedì 19 marzo 2012, nei Saloni dell’Hotel Victoria-Maiorino si è tenuto il meeting i giardini pensili, organizzato dall’azienda florovivaistica Verde 2000 di Pasquale Bisogno. A relazionare sui vantaggi, ambientali ed economici, dei “tetti verdi” sono intervenuti il dott. Maurizio Crasso, Direttore della Divisione SEIC Verde pensile della Harpo s.p.a.; Antonio Giardino, responsabile provinciale della Harpo Spa; e Francesco Bisogno, rappresentante della Verde 2000. La Harpo Spa è un’azienda triestina, fondata dalla famiglia Stock (sì proprio loro, quelli del brandy Stock 84!), che ha iniziato a metà Ottocento a produrre e commercializzare cemento, prima di diversificare le proprie attività e creare nuove Divisioni, tra cui la SEIC Verde pensile, specializzata nella creazione di “giardini tecnici” all’avanguardia. Di fronte a un uditorio attento, il dott. Crasso ha illustrato i benefici effetti di un “tetto verde” realizzato a regola d’arte e mostrato una serie di progetti già realizzati in Italia e in Europa.“Nei Paesi della mittle Europa c’è una cultura diffusa e una legislazione adeguata – ha spiegato il responsabile della Harpo Spa – qui da noi, invece, siamo indietro di 30 anni. Anche il nostro Parlamento, tuttavia, sta discutendo una legge che potrebbe dare un impulso decisivo al settore. Un giardino pensile migliora l’isolamento termico; permette un buon risparmio energetico e può essere una valida soluzione per gli allagamenti in città, perché è dimostrato che l’acqua piovana viene accumulata dal verde presente sui tetti e rilasciata lentamente. I tempi di corrivazione nei collettori si allungano così di molto”.L’intervento del dott. Crasso, durato poco meno di due ore, è stato seguito da un proficuo “question time”. Alla fine i consensi per l’iniziativa sono stati unanimi. Si ricorda che la Fiera “Città di Cava de’ Tirreni resterà aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 16,00 alle 22,00. Il sabato e la domenica, invece, gli stand saranno visitabili anche di mattina (ore 9,00-13,00/16,00-22,00).

 

 .

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.