Home » Regione

Regione: Baldi su mobilità pesonale sanitario

Inserito da on 27 febbraio 2012 – 07:31No Comment

In riferimento alla decisione del commissario straordinario dell’ASL Salerno, Bortoletti, di riattivare l’iter delle procedure di mobilità per il personale dipendente, operazione  che di fatto rischia seriamente di minare la funzionalità degli ospedali transitati nell’Azienda Ospedaliera Universitaria, e tra questi il Maria SS. Incoronata dell’Olmo di Cava, l’on. Giovanni Baldi dopo aver scritto una lettera al presidente Caldoro, ai sub commissari Coppola e Morlacco, e allo stesso Bortoletti, nella quale chiedeva con urgenza di conoscere da quest’ultimo il perché del reiterarsi dell’atto deliberativo che ha riaperto le procedure di mobilità del personale e dai primi di valutare, verificandone la “pericolosità”, tale comportamento, preoccupato dalle conseguenze che tale decisione provocherà per l’ospedale di Cava de’ Tirreni, ha chiesto ufficialmente al presidente della Commissione regionale alla Sanità che siano chiamati per un’audizione sia il commissario Bortoletti sia il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Ruggi d’Aragona e San Giovanni di Dio, Attilio Bianchi, che ha già segnalato le difficoltà gestionali che comporterà la procedura di mobilità riavviata da Bortoletti. “Il manager Attilio Bianchi- ha dichiarato l’on. Giovanni Baldi- sta facendo un ottimo lavoro per mettere in condizione l’ospedale di Cava di funzionare e di assolvere al suo compito di risposta alla domanda di Sanità del territorio cavese, e non solo cavese. Ma non può fare miracoli. Anche lui ha intenzione di avviare procedure di mobilità per rimpinguare il suo organico. Procedure che necessitano, però, di tempo. Che ora l’accelerazione imposta dal commissario dell’ASL Salerno Bortoletti  non dà. Ho per questo motivo chiesto che nei prossimi giorni sia Bianchi sia Bortoletti vengano ascoltati dalla Commissione Sanità, di cui faccio parte, perché in quella sede istituzionale entrambi ci espongano le loro esigenze e i loro problemi di gestione. Per il bene della collettività, che non può essere penalizzata”.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.