Home » Arte & Cultura

L’Amministrazione della Giustizia in Italia- Relazione del Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione dott. Ernesto Lupo

Inserito da on 27 febbraio 2012 – 00:00No Comment

Nicola Crisci*

La Relazione dell’amministrazione della giustizia nell’anno 2011 del Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione (Roma, 26 gennaio 2012), con una Appendice di Rassegna di giurisprudenza civile e penale, con analisi, con dati e rapporti statistici, con decreti organizzativi interni, normativi e gestionali, rappresenta uno straordinario ed eccellente strumento per la conoscenza dell’ordinamento giudiziario italiano.

Dall’Indice segnaliamo le parti:

I-                   Verso un anno nuovo di progetti e impegni concreti;

II-                 La dimensione europea della giustizia italiana;

III-             L’organizzazione degli uffici giudiziari come la leva di cambiamento;

IV-             La giustizia civile;

V-                La giustizia penale;

VI-             La giustizia minorile;

VII-          La Corte di Cassazione;

VIII-       Conclusioni.

Appendice:

1. Rassegna di giurisprudenza della Cassazione civile.

2. Rassegna di giurisprudenza penale.

3. Ministero della giustizia Direzione generale di statistica.

4. Dati statistici con analisi, del settore civile e penale. Dati statistici con rapporti dell’Ufficio di statistica della Corte di cassazione.

5. Provvedimenti organizzativi.

Il testo della Relazione è articolato in 128 pagine e per il suo contenuto, tra scienza della legislazione e teoria del diritto, nell’evoluzione giurisprudenziale, tra passato e presente, proiettato nel futuro, è unica rispetto alle precedenti, dal 2006 al 2010, segnalando che è corredato da 102 Note bibliografiche.

Riportiamo i Titoli dei Paragrafi:

I – Verso un anno “nuovo” di progetti realistici e impegni concreti.

II – La dimensione europea della giustizia italiana.

III – L’organizzazione degli uffici giudiziari come leva di cambiamento.

IV- La giustizia civile.

V- La giustizia penale.

VI- La giustizia minorile.

VII- La Corte di cassazione.

VIII- Conclusioni.

Riteniamo che questo raro strumento nella ricerca giuridica italiana dovrebbe almeno essere presente in tutte le Biblioteche dei Palazzi di Giustizia, delle Biblioteche Provinciali e nelle Biblioteche universitarie e possibilmente letto e, , ripetutamente consultato dagli organi degli istituti, dalle associazioni dei magistrati e degli avvocati e delle associazione economiche e sindacali, poiché coinvolge protagonisti europei, nazionali e territoriali. Almeno non ignorato, poi, dalle riviste e rassegne periodiche giuridiche ed economiche. Terminiamo con il primo e secondo periodo delle sintetiche conclusioni del dott. Ernesto Lupo, Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione e noto autore di libri, saggi e commentari: “Abbiamo tentato di descrivere l’attuale stato della giustizia, la perdurante crisi di funzionamento, gli elementi positivi emersi in questo ultimo anno, le prospettive realistiche di rilancio e inversione di tendenza verso un possibile recupero di efficienza, se vengono apprestati quei rimedi che abbiamo indicato come concretamente realizzabile in tempi brevi. Già dal titolo del primo capitolo di questa relazione (Verso un anno “nuovo” di progetti realistici e impegni concreti) abbiamo inteso guardare al futuro senza scetticismo, ma con la determinazione di chi ha assunto una responsabilità verso le istituzioni repubblicane e verso la collettività.

_________________

*Docente universitario f.r. – Presidente onorario del Sindacato Distrettuale Avvocati di Salerno-

Socio dell’Associazione Internazionale Giuristi Italia-USA- Socio dell’Associazione Giuristi Italiani e Tedeschi.

 

 

 

 

     

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.