Home » Sport

Salerno: Carpedil Ipervigile all’esame Pomezia, Isacchi suona la carica

Inserito da on 25 febbraio 2012 – 00:00No Comment

In casa Carpedil Ipervigile Salerno continua ad essere alto il morale del gruppo. Nonostante la sconfitta di sabato scorso contro Orvieto, roster indicato dagli addetti ai lavori come uno dei principali candidati al salto di categoria, le granatine care al presidente Angela Somma non si danno per vinte e stanno preparando con grande determinazione il prossimo impegno. Domenica la formazione allenata da coach Salineri sarà chiamata all’impegno del ‘PalaLavinium’ di Pomezia dove tenterà di riscattare la sconfitta interna patita contro la formazione umbra. Morale alto, dunque, anche grazie alla neoarrivata di casa Carpedil Ipervigile, Eleonora Isacchi, ala classe 1985 con un passato speso prevalentemente nel campionato di B d’Eccellenza (Campobasso, Albino e Carpedil Ipervigile). L’unica eccezione nella stagione in corso: nella prima metà del torneo, infatti, l’atleta bergamasca ha militato tra le fila di La Spezia, squadra arcigna e costruita per vincere il campionato. La 27enne originaria di Albino ha già avuto modo di assaporare sabato scorso il clima del ‘PalaSilvestri’ di Salerno e domenica sarà chiamata alla prima trasferta con la maglia granata. “Andremo lì per cercare di vincere a tutti costi perché abbiamo bisogno di conquistare quanti più punti possibili per centrare il nono posto”, ha detto Isacchi. “Poi se riusciamo anche ad agganciare i play off tanto di guadagnato. C’è ancora tutto il tempo per ambire al massimo. L’importante è non darsi per spacciate”. Un commento, poi, anche sull’esordio di sabato scorso con la maglia della Carpedil Ipervigile Salerno: “Ho giocato appena 13 minuti e non ho fatto punti”, ha affermato Isacchi, “però coach Salineri mi ha detto che ho avuto un buon approccio sia in difesa che in attacco. Ho comunque ancora bisogno di un po’ di tempo per capire al meglio i meccanismi di gioco della nostra squadra. Sono un’ala che tendenzialmente cerca il tiro da tre ma che sfrutta anche l’uno contro uno. Intanto con le mie compagne già ho trovato l’intesa fuori dal rettangolo di gioco. Molte già le conoscevo e mi hanno accolto con grande affetto”. A dirigere l’incontro di Pomezia saranno gli arbitri Guido Guida di Trapani Vincenzo Venga di Ragusa.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.