Home » >> Politica

Salerno: Pd, per cambiare tutto, il problema della Campania non è la crisi, ma Caldoro

Inserito da on 23 febbraio 2012 – 05:45Un commento

“Nell’ultima riunione della Segreteria regionale, in rappresentanza di tutto il Partito salernitano, ho riproposto l’esigenza di una correzione nella linea del Partito e del Gruppo PD alla Regione. Il problema della Campania non è (genericamente) la crisi, il problema della Campania è Caldoro, che  con la sua politica del nulla sta aggravando tutte le questioni: dal lavoro, alla legalità, alla sanità, ai rifiuti, ai trasporti, all’equilibrio delle risorse nei territori”, questa la dichiarazione del Segretario provinciale del PD Nicola Landolfi, in vista della Direzione Regionale del Partito di sabato prossimo che si preannuncia importante, dopo la sventata nomina di Graziella Pagano al vertice di una Fondazione come delegata di Caldoro e dopo le polemiche che ne sono scaturite.“C’è una larga convergenza sulle nostre posizioni-prosegue Landolfi-, perché si tratta di rilanciare tutti i temi, nessuno escluso, di opposizione e di proposta che fanno del Partito Democratico l’unica forza credibile del cambiamento. Il rischio è l’attuale palude. Dobbiamo tornare allo spirito di Piazza del Plebiscito, aggregare le forze pulite e riformiste dei nostri territori”.

Un commento »

  • Pasquale Fortunato scrive:

    Il problema sono Bassolino (e via via i suoi… come Landolfi).

    Ma come!
    Per anni avete saccheggiato la Campania, avete messo ai posti di comando degli incapaci signor nessuno con lauti stipendi per non fare nulla, anzi solo favori agli amici … e ora protestate ?

    Ci avete riempito di debiti e ora avete la faccia tosta di scrivere queste note?

    Ma VERGOGNATEVI!

    Su una cosa avete ragione… su Caldoro.

    E’ una delusione, ma non per quello che scrivete.

    Da lui solo tasse e tagli.

    E’ inutile chiedersi il perché: stà sotto i nostri occhi.
    Il patto segreto e scellerato con le truppe dei favoriti di Bassolino.

    Sono ancora lì: proprio loro.
    Quelli che ci hanno riempito di debiti.

    Quindi inutile sperare che la macchina regionale (vedi la Sanità) si rimetta in sesto.
    Con Caldoro (e gli uomini di Bassolino … vicini ora anche a Caldoro)andremo sempre più a fondo, mentre loro continueranno a banchettare alle nostre spalle.

    VERGOGNATEVI: tu Bassolino, tu Caldoro e tu Landolfi (ma è anche politico …?)

    PS se volete circostanze e dettagli maggiori apriamo un dibattito…

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.