Home » Senza categoria

Una Settimana a memoria di memoria

Inserito da on 15 febbraio 2012 – 00:57No Comment

Come le ciliegie, un’iniziativa di ASSOMENSANA tira l’altra! E’ appena partito MENTATHLON®, concorso online riservato alle “belle” menti di tutte le età, e un altro evento già si profila all’orizzonte dell’Associazione non profit di neuropsicologi, impegnati nell’antiaging pro-intelletto. In coincidenza con la Settimana del Cervello, curata da un ente statunitense, Assomensana ha pensato di dedicare il periodo al benessere dell’abilità cognitiva forse più importante: così, dal 19 al 24 marzo p.v., in tutta l’Italia, si svolgerà la Settimana di Prevenzione per la Memoria, “gemella”, in fatto di organizzazione, di quella ormai consolidata contro il decadimento cerebrale che si tiene tradizionalmente a settembre. A seguito dei lusinghieri risultati conseguiti nelle trascorse edizioni della Settimana di Prevenzione dell’Invecchiamento Mentale, quest’anno Assomensana ha voluto fare il bis, rivolgendosi a una sola  funzione cognitiva: la memoria. In analogia con l’altra “autunnale”, la Settimana in programma a primavera coinvolgerà molti specialisti, oltre 150. Psicologi, neurologi e geriatri, aderenti al progetto, effettueranno un check-up neuropsicologico sullo stato di salute delle abilità di memoria a tutti i cittadini che ne faranno richiesta, utilizzando strumenti testistici standardizzati specifici. Al termine di ogni esame individuale, i professionisti della salute mentale forniranno indicazioni utili sulle strategie e gli stili di vita da adottare per ottimizzare la memoria e le sue prestazioni. Unica differenza tra le due Settimane è che, a marzo, ai partecipanti verrà richiesto un contributo libero di 15 euro, a titolo di raccolta fondi per la ricerca di Assomensana. Il target di riferimento della Settimana di Prevenzione per la Memoria è costituito da persone di tutte le età, con una particolare attenzione verso le fasce “over” 30 anni. Infatti questa  è un’utenza sempre più numerosa che ha particolarmente bisogno di conoscere lo stato delle proprie funzioni mnemoniche e di apprendere i modi per mantenerle efficienti nel tempo, come spiega il dottor Giuseppe Alfredo Iannoccari, presidente di Assomensana: «L’età media della popolazione è in costante crescita. Molti soggetti invecchiano bene fisicamente, ma presentano problematiche cognitive (soprattutto deficit di memoria, attenzione, concentrazione e disorientamento) che compromettono seriamente la qualità di vita del singolo e, oltre certi limiti, determinano elevati costi sociali. Le persone sono spesso rassegnate alla perdita di memoria, mentre le evidenze scientifiche suggeriscono che, adottando opportuni stili di vita, è possibile mantenere ad un livello costante e ottimale l’abilità, la flessibilità e le prestazioni delle funzioni cognitive e della memoria». In attesa del “responso”, a marzo, sulla propria memoria da parte degli esperti, chiunque può avere un’anteprima sulle sue condizioni mentali mettendosi alla prova sul sito www.mentathlon.it, dove troverà “pane” per i suoi neuroni, allenandosi con gli appositi test, studiati dai neuropsicologi, che vengono implementati ogni settimana. Online e su Facebook è intanto partito alla grande, dal 30 gennaio, Mentathlon®, la sfida tra cervelli che ha arruolato subito centinaia di iscritti, desiderosi di confrontarsi in test di ogni tipo, culture free, grazie allo speciale gioco virtuale a 2D, al grido “Alla ricerca della memoria perduta!” e guidati dal simbolico personaggio Mensana Jones. A maggio, con le finali dal vivo a Rimini Wellness, si conosceranno i nomi dei vincitori, ovvero delle super-menti d’Italia. A tutti, proprio tutti, Assomensana offre comunque la possibilità di potenziare le capacità mnemoniche partecipando alla Settimana di Prevenzione per la Memoria, dal 19 al 24 marzo.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.