Home » > EDITORIALE

Italia surgelata…vendesi palle di neve!

Inserito da on 13 febbraio 2012 – 05:426 Comments

Foto Ansa

di Rita Occidente Lupo

 

 

Quanta neve! Mai vista tanta, specialmente al Sud del Paese, avvezzo a guardarla in cartolina, per il Natale  di anni addietro. Di solito, le piste innevate e le temperature polari, spiraglio degli amanti della montagna e di quanti amano lanciarsi in amene località, per antonomasia incappucciate nella fredda stagione. L’Italia, Paese del Sole, in fondo non vive rigori brontoloni, se non in alcuni picchi dell’anno. Ma senza mai raggiungere l’habitat per pinguini. Ed invece, da circa un mese, pare che il freddo abbia deciso di mettercela davvero tutta a creare disagi non solo nelle località sciistiche o al Nord, ma anche al Sud…giungendo addirittura ad imbiancare le spiagge. Il che, francamente inusuale, insolito, irricordabile per molti. E Napoli, che canta a squarciagola la sua voglia di sole a primavera e  sfoggia l’ombrello autunnale, subito attrezzata, con la sua perenne creatività e la crisi occupazionale, a cogliere anche la neve al volo! Con tanto di cartello e vistoso pennarello, banchi sui quali in bella mostra strappano il sorriso, soffici palle di neve, al modico prezzo di 1.50 centesimi. In chiave d’austerity e di saldi, valido il 3 per 1: un modico euro, per tre batuffoli soffici!

 

 

 

6 Comments »

  • Davide scrive:

    Molto bello e anche molto divertente!!!:)

  • Alfonso Troisi scrive:

    La neve è così rara nel sud,che col venderle si aprirebbe un buisness!!!

  • alessandro T scrive:

    che forza cosa non si inventano i napoletani

  • alessandro T scrive:

    cosa inventano i napoletani hannno sempre idee nuove

  • ezio vitolo scrive:

    mamma mia!! a napoli fanno di tutto

  • Gentile Direttrice , Dr Rita Occidente Lupo,
    Bello articolo soffuso di annotazioni semicomiche, che solo i napoletani riescono ad elaborare anche quando , e in questo caso, le condizioni climatiche diventano quasi insostenibili.
    Tuttavia credo che , se si andasse un tantino indietro nel tempo, ci potremmo accorgere che, dopo tutto , queste nevicate in Italia non sono affatto una novità. Ma che molto spesso colpiscono le varie città del Paese.
    Inizio a dire che nel periodo natalizio del 2004 mi trovai a Torino per una questione di lutto, e devo affermare che in quei giorni fece tanta di quella neve che gli stessi abitanti della zona dicevano che non se n’era vista da moltissimi anni,. E stiamo parlando di Torino dove , negli anni ‘sessanta vi ci trascorsi una intera invernata, quasi ogni giorno all’insegna delle gelate sotto zero.
    Ma torniamo alla nostra cara Salerno . Non è vero che le nostre temperature invernali siano sempre state tiepide e prive di nevicate. La prima neve e gelo che mi viene in mente fu quella tra gli anni trenta- quaranta quando tutte le piante erano adornate di candelotti di ghiaccio, ed è proprio quella che mi viene più spesso alla mente. Ma a Salerno vi sono state tantissime altre nevicate anche molto intense. Ne ricordo tante che hanno imbiancato fin’anche la sabbia delle spiagge nostrane. Una delle quali avvenuta negli anni cinquanta mi fa ancora ridere:. Vi era un giornalaio un po’ infermo che vendeva i giornali in maniera ambulante, girando intorno la città dando la voce:.” ‘o mattino , ‘o roma !!!?” Ma un giorno aveva fatto tanta di quella neve che aveva imbiancato di molti centimetri di neve anche la via dei due principati che dal Carmine scende fino alla lungomare con una discesa abbastanza ripida ; il giornalaio si trovava alla fine della salita, ma siccome cadde sulla neve con i giornali sotto le ascelle, l’urto della caduta lo fece scivolare fino al corso Garibaldi, all’arrivo disse: “ ‘Songo arrivato ambresso ambresso abbascio ‘o mare”.
    Comunque , le nostre collinette le abbiamo viste tantissime volte imbiancate, ma quest’anno, con tutto il freddo che ha fatto , non se ne visto neppure un fiocco. Mi scuso per i miei raccontini dei ricordi e porgo a Lei e ai cari lettori cordialissimi saluti. Alfredo

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.