Home » Cannocchiale

Fenomeni sovrannaturali e inspiegabili nella vita dei Santi

Inserito da on 8 febbraio 2012 – 00:00Un commento

Carlo Di Pietro

Ogg più che mai, in un mondo secolarizzato, alla deriva atea e modernista, vanno di moda trasmissioni tv in cui si parla di miracoli, paranormale, fenomeni inspiegabili e misticismo; sarà questo mondo frenetico e materialista che induce l’uomo alla ricerca del preternaturale e dell’inspiegabile? Sarà la ricerca di Dio in qualcosa di tangibile che spinge l’uomo ad indagare nell’ignoto e nel soteriologico, al fine di ottenere prove concrete dell’esistenza del Creatore? Noi cattolici queste risposte le abbiamo già ricevute da Cristo. Tutta la vita del Redentore è stata contrassegnata da preghiera, esempio, predicazione ed opere; tante opere – miracoli, guarigioni, resurrezioni, materializzazioni, liberazione dai demoni e tanto altro. Fenomeni in apparenza inspiegabili che, come ci insegna la Scrittura e la Tradizione, all’epoca di Cristo erano necessari e dovuti, affinché il popolo di solida cervice e aggrappato a varie credenze (paganesimo – giudaismo – ecc.), potesse accettare e riconoscere in un semplice falegname di Nazareth il Salvatore; il Figlio di Dio, colui il quale era più atteso come un “re di materia”, ricco e pomposo. Il Cristo, pertanto, dimostrò anche con i fatti la sua reale Essenza e, la Scrittura ci insegna, che molte furono le conversioni che avvennero proprio grazie ai miracoli che nostro Signore dovette operare; nondimeno tantissime furono le conversioni frutto di predicazione e preghiera che, va ricordato, comunque risultano essere di primaria importanza. Il principale miracolo è la conversione del cuore. Bisogna anteporre anzitutto la predicazione, l’insegnamento, l’esempio di vita, la vicinanza al Padre, l’esercizio delle virtù, la preghiera e solo in un secondo momento si può guardare ai miracoli ed all’inspiegabile; guai a basare la nostra fede solo sui prodigi, altrimenti potremmo flemmaticamente cadere nelle mani del tentatore, che è Satana, l’angelo decaduto potente e principe di questo mondo, l’essere in grado di operare, per corrompere, anche prodigi e sortilegi. Allora perché Cristo non operò guarigioni e miracoli indistintamente; perché le sue “attenzioni” non furono rivolte a tutti? La risposta è molto semplice: Gesù doveva compiere la volontà del Padre e, come predetto dai Profeti, la sua missione salvifica sulla Terra fu indirizzata a ben altri profili; a mete più alte, fra cui la sanazione delle anime mediante la conversione. Chi crederà in Lui sarà salvato; avrà l’anima salva. Chi non crederà in Lui sarà condannato già al momento del Giudizio particolare; la sua anima brucerà nel fuoco della Geenna, per poi “ritrovare” il proprio corpo materiale nel momento del Giudizio universale. Come ci insegna il tratto di spiritualità “De imitatione Christi”, di autore probabilmente ignoto anche se si suole attribuirne la paternità a Tommaso da Kempis, Gesù ha dimostrato, con la sua condotta di vita, come essere santi e come, nel Suo nome, ricevere particolari doni da Dio fra cui, sinteticamente, possiamo annoverare anche i fenomeni straordinari ed inspiegabili. Conscio della Sua missione e ben consapevole di tutto il passato, presente e futuro del Creato, Cristo designò il Suo successore, indicandolo chiaramente in San Pietro e, comandando a Pietro (Papa di Roma) di essere la colonna portante della cristianità (Chiesa di Roma), Gesù spiego agli Apostoli e successivamente ai Discepoli che, nel Suo nome, tutto sarebbe stato possibile; il “segreto” e l’”impossibile” andava ricercato solo ed esclusivamente nella Fede ed in una vita tutta santa. Così è stato! Allora perché oggi tutti cercano il miracolo, ma pochi (quasi nessuno) ricevono tali grazie? La risposta va ricercata nella nostra interiorità e nella consapevolezza che, senza una Fede pura, incontaminata, disinteressata, appunto santa, non è possibile vincere il male, sia esso meramente fisico o incorporeo: “la tua fede ti ha salvato” disse Gesù. In pratica oggi non ci sono più santi (anime che andranno direttamente in Paradiso) o, se ci sono, sono pochi (Padre Pio). Sulla soprannaturalità e sui miracoli scriverò molti altri articoli, dedicando particolari attenzioni all’esistenza dei santi ed ai fenomeni inspiegabili che ne hanno contraddistinto tutta la vita, “uniformandoli”, nella gioia e nel dolore, alla cosiddetta “De imitatione Christi”, l’imitazione di Cristo. I fenomeni straordinari dei santi o dei mistici (cattolici – occhio agli imbroglioni) sono doni straordinari donati da Dio a talune persone per renderle capaci di assumersi incarichi e portare a termine gravose opere, utili al rinnovamento ed allo sviluppo della Chiesa. La Costituzione dogmatica Lumen Gentium al n. 12, insegna: “Lo stesso Spirito Santo, non solo per mezzo dei sacramenti e dei ministeri santifica il popolo di Dio e lo guida ed adorna di virtù, ma “distribuendo a ciascuno i propri doni come piace a Lui” (1 Cor 12,11), dispensa tra i fedeli di ogni ordine anche grazie speciali, con le quali li rende adatti e pronti ad assumersi varie opere e uffici, utili al rinnovamento ed allo sviluppo della Chiesa”. Questi fenomeni possono essere enumerati in 3 distinte categorie: - Fenomeni di ordine corporale (estasi, rapimento, stigmate, trasverberazione, sudore di sangue, lacrime di sangue, cambio dei cuori, inedia, privazione del sonno, agilità, bilocazione, levitazione, sottigliezza, profumo, luminosità); - Fenomeni di ordine affettivo (trasporti d’amore o incendi d’amore); - Fenomeni di ordine conoscitivo (discernimento infuso degli spiriti, ierognosi, scienza infusa, rivelazioni particolari, visioni, apparizioni, locuzioni, dono delle lingue). Se il tempo me lo permetterà e se Dio vorrà, in futuro dedicherò molti articoli ad ogni singolo fenomeno mistico con l’elenco dei santi che ricevettero ogni particolare dono, tuttavia in questa sede, mi limiterò ad indicarne breve spiegazione. Fate molta attenzione, tanti dei fenomeni che leggerete, spesso, sono citati anche in ambienti esoterici o carismatici, pertanto la nostra attenzione deve essere focalizzata solo ed unicamente alla Fede ed al rapporto diretto che essa ha con il preternaturale (tutto tramite la Chiesa cattolica). Non va mai considerata attendibile, né tantomeno positiva, la visione esoterica, protestante o sensazionalistica del “non spiegabile”, in quanto se ci si colloca al di fuori della Chiesa cattolica – si disobbedisce – e, se si operano prodigi, la provenienza di tali atti non è da Dio, ma è da Satana, il seduttore di anime. Ordine corporale - L’estasi è un’alienazione dei sensi (un uscire dai sensi), calma e di solito presentita, che può accompagnarsi al dolore; - Il rapimento è un’alienazione dei sensi impetuosa, irresistibile, improvvisa, caratterizzata dalla gioia e da una certa irradiazione; - Le stigmate sono la comparsa spontanea di ferite che riproducono le piaghe di Gesù crocifisso; - La trasverberazione è una ferita non visibile sul corpo ma percepita sensibilmente (provoca dolore), e magari accertata sul corpo solo dopo la morte; - Il sudore di sangue comporta la fuoriuscita di sangue dai pori della pelle, soprattutto della faccia (questo fenomeno spesso è collegato all’emografia, come nel caso di Natuzza Evolo); - Le lacrime di sangue sono un’effusione di sangue dalle mucose delle palpebre; - Il cambio dei cuori è la sostituzione del cuore della persona con quello di Gesù; - L’inedia è la totale astinenza dal nutrimento, o il cibarsi solo di Eucaristia, per un periodo di tempo superiore alle possibilità umane; - La privazione del sonno è caratterizzata dall’assenza di sonno o di un riposo molto limitato, inferiore ai limiti normali di sopravvivenza; - L’agilità è detta anche fenomeno della traslazione corporale pressoché istantanea da un luogo all’altro, talora molto distanti; - La bilocazione è la presenza simultanea di una medesima persona in due luoghi diversi; - La levitazione consiste nell’elevazione e sospensione del corpo da terra, senza appoggi naturali; - La sottigliezza è la capacità di un corpo di passare attraverso un altro corpo trascendendo la legge della impenetrabilità; - Il profumo è la tipica fragranza sprigionata dal corpo dei santi, o dai sepolcri che accolgono le loro salme, magari incorrotte; - La luminosità consiste in un certo splendore che alle volte i corpi di alcuni irradiano soprattutto durante la contemplazione o l’estasi. Ordine affettivo I trasporti d’amore (talora trasformati in incendi di amore) sono atti di amore per Dio che si manifestano esteriormente sotto forma di fuoco che riscalda o brucia materialmente la carne e le vesti vicine al cuore. Ordine conoscitivo - Il discernimento infuso degli spiriti è la conoscenza dei segreti del cuore, comunicata da Dio ai suoi servi per loro personale beneficio o per la fecondità del loro ministero; - La ierognosi è la conoscenza del sacro, consiste nella facoltà di riconoscere immediatamente, senza previo esame, persone ed oggetti sacri (ad esempio, ostie consacrate, reliquie, ecc.); - La scienza infusa è la conoscenza di realtà spirituali senza averla appresa tramite studio; - Le rivelazioni particolari sono manifestazioni aventi Dio per causa, che rivelano realtà nascoste, concernenti una situazione particolare della Chiesa, o di uno o più dei suoi membri a loro vantaggio spirituale; - La visione è la percezione visiva di una realtà che in circostanze ordinarie non può essere conosciuta; - L’apparizione si differenzia dalla visione in quanto si limita alla sfera dei sensi, mentre la visione può essere intellettuale; - Le locuzioni sono comunicazioni di messaggi divini trasmessi mediante parole.

 

 

Un commento »

  • Sia lodato Gesù e Maria.

    La sua descrizione minuziosa su fenomeni sovrannaturali fa supporre che lei abbia studiato in maniera seria e approfondita tale argomento e la ringrazio per tali notizie.
    Se mi consente, vorrei anch’io mettere a disposizione di tutti i fratelli e sorelle in Cristo, le conoscenze che ho acquisito direttamente alla Scuola dello Spirito Santo.
    No, non è presunzione, una tale mia affermazione. E’ intimo convincimento che l’ Amato Creatore, a Cui niente è impossibile, venga qui tra noi ad umiliarsi, oggi, perchè siamo giunti ad un degrado morale tale che solo la Sua Grazia ci può trarre fuori.
    Grazia che viene concessa a chi la chiede tramite i Santi Sacramenti.
    Forse lei non sa che nella Bibbia della Chiesa Cattolica Apostolica Romana, LA PAROLA può essere spiegata solamente dallo Spirito Santo.
    Poichè il BUON DIO Onnipotente, visto il caos provocato dal passa PAROLA, è intervenuto per mettere ordine nel VERO significato della Sua PAROLA scegliendo il Rev. mo Sacerdote Dolindo Ruotolo, al quale è stato dettato il Commento delle Sacre Scritture direttamente dallo Spirito Santo.
    Voglio sperare che un tale dono lei non lo ritenga un fenomeno Satanico.
    Sempre alla Scuola del Messaggero dello Spirito Santo San Gabriele Arcangelo, il Quale sta continuamente istruendo il popolo di DIO, secondo il VOLERE di un Papà Celeste BUONO e PAZIENTE assai, vedasi http://www.gabrielearcangelo.it
    ho appreso che a Satana non è stato dato il permesso di nominare il nome di Gesù.
    Per chi ha avuto la Grazia di visitare il su menzionato sito, può notare che parlano: JAHVEH DIO Onnipotente, Gesù, la Vergine Maria con i Suoi Angeli e Arcangeli Gabriele, Michele e Raffaele. Solamente per Volere Divino, la Vergine Maria permette a Satana e ai suoi seguaci di testimoniare, tenendolo schiacciato sotto il Suo piede.
    Avendo letto le testimonianze di Lucifero insieme ai suoi dannati seguaci, mi sono vergognata nel constatare che Lui ci rimprovera tutti per non riconoscere la PAROLA del PADRE che oggi è dettata dall’ unico profeta Levehòr del Terzo Millennio per una salvezza UNIVERSALE.
    Gli esorcisti sanno bene le Verità che i demoni riescono a svelare in nome di Gesù.
    Non crede signor Di Pietro che sia giunto il Tempo di fare spazio allo Spirito Santo ed istruirci tutti alla Sua Scuola, alzando finalmente quei veli che ci permettono, oggi, di sapere: chi siamo, da dove veniamo, perchè viviamo e per chi viviamo?
    In tal modo, lasciando da parte considerazioni umane che non fanno altro che deviare tutti dalla retta via, ci avviciniamo tutti a riconoscere l’ UNICA VERITA’,così ben descritta nel Vangelo di Gesù.
    Per cortesia, non mi dica anche lei, le verità sono state già tutte rivelate.
    E’ vero, ma non sono state svelate.
    Ecco il motivo per cui è tra noi il Messaggero dello Spirito Santo, per svelare ciò che fino a poco tempo fa era ancora ritenuto un mistero.
    Lode a Dio Padre in eterno.

    Cordialmente.
    Maria Luisa Cavaliere

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.