Home » Curiosando

Il rispetto per la divisa

Inserito da on 27 agosto 2011 – 00:002 Comments

La divisa: simbolo di unità, legalità e sicurezza. Sogno e vocazione per molti. Avere rispetto per chi la indossa, significa aver rispetto e onore per la propria patria, senza mai dimenticare chi siamo,da dove veniamo. Molti ignorano forse la questione ma secondo me potrebbe nascerne un dibattito interessante. Noto con molta amarezza che il più delle volte quando si vede una persona in divisa o una macchina delle forze dell’ordine , si pensa subito al peggio. Invece la cosa dovrebbe farci sentire sicuri. La presenza sul territorio dei tutori dell’ordine è (almeno per me) un segno di continua e ininterrotta attenzione al territorio; troppo spesso minato da chiare e svariate forme di criminalità che puntellano e screpolano la società civile. Nonostante tutto però, spesso quelli che io amo definire come anonimi angeli custodi sono etichettati con  offensivi quanto insulsi nomignoli. La cosa che più preoccupa è che sono i giovani a farlo. Falsi idoli a volte creano lotte inutili e ingiustificate. In molti adolescenti ma anche adulti si sviluppa una sorta di antipatia nei confronti di tutti coloro i quali ogni giorno a rischio della vita ci difendono creando uno scudo. Forse questi sacrifici non vengono capiti, o forse sono troppo distanti in termini umanistici da persone che non vedono e non vogliono vedere al di la del proprio naso. Comunque sia, educare alla legalità e alla correttezza, regole dettate da una buona dose di educazione civica, dovrebbe partire anzitutto dalle famiglie. Spesso gli adolescenti si comportano come degli echi, riportando alla società la voce di tutto quel che sentono in casa, dai discorsi fatti a tavola o da improvvisati caffè cortesi offerti per fare dei buoni onori di casa. Dovremmo tentare di insegnare la cultura della legalità. Piccoli passi verso un itinerario che potremmo tranquillamente definire come un lascito futuro per le new generation. Non si può cambiare il mondo ma è tempo di modellarne le mentalità.

  Giovanni Trombetta

 

 

2 Comments »

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


× 4 = quattro