Home » • Valle dell'Irno

Pellezzano: allo Spirito Santo rassegna culturale del Muse

Inserito da on 28 marzo 2011 – 05:14No Comment

Al Convento dello Spirito Santo al via, domenica scorsa, la rassegna culturale del Muse, promossa dal Comune di Pellezzano e curata da Rino Mele. Fino a luglio otto eventi, sempre di domenica, ore 18. Il programma è stato presentato da Eva Longo, presidente del consiglio comunale di Pellezzano, in occasione del primo appuntamento sul tema: I giorni di un giornale. Vi hanno preso parte con interessantissimi interventi, i docenti universitari Alberto Amatucci e Vittorio Dini, i giornalisti Andrea Manzi e Gabriele Bojano. Alfonso Liguori e Igor Canto hanno letto alcune pagine di due recenti libri sul giornalismo, offrendo lo spunto ad un animato dibattito che ha coinvolto anche il pubblico. Gli imperfezionisti, dell’inglese Tom Rachman e Come eliminare i giornalisti ( senza finire in prima pagina), del salernitano Gabriele Bojano: due libri, diversi, a confronto, su un mondo, quello del giornalismo contemporaneo, che si svela ai lettori, in entrambi i casi, intriso di una triste ironia che alla fine ci fa capire che il giornalismo attraversa una fase di decadentismo etico, morale e stilistico. Rachman ha scritto un romanzo in cui le vite private di undici giornalisti si intrecciano con la professione che si svolge nella redazione di un giornale internazionale, a Roma, tra speranze e delusioni; Bojano da un osservatorio privilegiato, quello del giornalista, ha colto e messo su carta, con prefazione di Maurizio Costanzo, i  caratteri caricaturali del “cronista” moderno, che può essere un “Free-lunch”, frequentatore di conferenze e convegni con ricchi buffet, ma anche un giornalista “HulK”, geniale ed estroverso ma pronto a sterminare chiunque leda i suoi privilegi. Al di là delle critiche e degli elogi agli autori e ai loro lavori letterari, che non sono mancati, l’argomento, quanto mai attuale, è stato oggetto di un appassionato dialogo che ha messo in luce un ritratto critico della situazione attuale del mondo del giornalismo e di come vengono realizzate le notizie: tra giornalismo digitale, agenzie di stampa, internet e giornali on-line il cui difetto è quello di permettere a chiunque di postare qualsiasi tipo di notizia. In questo panorama che fine ha fatto la notizia? Purtroppo la risposta è arrivata univoca: è stata sostituita da una incredibile quantità di “imitazioni” della verità, e molte invenzioni allo scopo di soddisfare il lettore. Il prossimo incontro, in programma domenica 17 aprile alle ore 18, verterà su: Vangelo di Marco e passione di Rino Mele. Lettura di Pasquale De Cristofaro, Geppino Gentile, Giustina Laurenzi. Analisi di Pinto Cantillo e intermezzo musicale (violoncello e flauto). Ecco il programma dei prossimi appuntamenti: Domenica 1 maggio ore 17.30 Lettura della Vita nuova di Dante Alighieri.Musica violoncello e flauto. Domenica 8 maggio ore 17.30 Lettura de Il corpo di Moro di Rino Mele ( Moro fu ucciso all’alba del 9 maggio 1979). Domenica 15 maggio, ore 17.30 Inaugurazione della mostra “Marionette e bambole” con circa trenta lavori di due noti artisti, Antonio Petti e Adriana Sgobba. Musica jazz suonata da Luca Roseto (sax). Domeniche 22, 29 maggio ore 17.30 Le rose, due domeniche dedicate alle rose nell’interpretazione di Alberto Granese, Rino Mele e Anny Pellecchia. Musica sax di Luca Roseto. Domenica 12 giugno, ore 17.30 Pentecoste. Dialogo di Rino Mele con il vescovo Angelo Spinillo. Lunedì 4 luglio, ore 17.30,  in occasione dell’anniversario della promulgazione della Costituzione della Repubblica Romana del 1849. Il giorno dopo, la gloriosa Repubblica cessò di esistere. Ne parlano Massimo Mazzetti, Pierluigi Rovito.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.