Home » Sport

Ecoteam Pontecagnano sconfitta dal Real Arienzo

Inserito da on 31 gennaio 2011 – 00:00No Comment

E’ stata sconfitta dal Real Arienzo per 6-1 l’Ecoteam Pontecagnano, in na partita condizionata dalla pioggia e dall’arbitro che, nonostante il terreno fosse impraticabile, ha costretto casertane e picentine a scendere in campo. Proteste e perplessità ma il direttore di gara è stato irremovibile, quindi le squadre sono andate in  “piscina”. Pronti via e con la palla che galleggiava in area picentina dopo 3 minuti è arrivato il primo gol delle casertane a firma di Ferrara. Le lamentele di capitano Iuliano non impressionano l’arrogante giacchetta nera, che restava della sua idea e minacciava sanzioni. Si naviga sull’acqua ma la squadra locale giustamente nicchia. Al 10’ Radu si sente male. Interviene il medico, ma stoicamente il numero uno picentino resta in campo. Al 13’ Ruggiero A. sgambetta da dietro  Salandra . Ci si aspetta il rosso da Di Lauro ma è solo ammonizione per la casertana. Proteste da parte del team del Pontecagnano ma l’arbitro minacciava di cacciare fuori tutti. Quindi, il buon senso regnava sovrano sui dirigenti. Oltre al cielo nerissimo con la pioggia battente il nervosismo in campo arrivava alle stelle, in particolare tra le file  salernitane. L’episodio che chiudeva la contesa arrivava al 18’.  Palla lunga da punizione di Piscitelli F., tutti fermi per un chiaro fuorigioco di Ferrara, ma l’atleta in  scioltezza realizzava la rete. Ancora proteste ma il Pontecagnano è rassegnato. L’arbitro non è in partita. Con le scarpette in acqua alla fine del primo tempo il capitano Iuliano faceva notare alla giacchetta gialla che il pallone non rimbalzava ma non c’era verso di fargli cambiare idea. Nel secondo tempo la squadra di Saggese era nervosa e rassegnata. Uscivano per infortunio Radu, Carbone, Rossi e De Martino. Si andava avanti tra proteste per la sospensione della partita e spintoni sull’acqua. In campo restava una sola squadra, l’Arienzo, mentre, e questo è un limite, la formazione del Pontecagnano esce dalla partita e naufraga sul terreno di gioco . A fine gara era evidente la delusione in casa picentina. A parlare per l’Ecoteam Pontecagnano è stato il presidente Iannuzzo: “La partita è stata falsata non dovevamo giocare. La dirigenza dell’Arienzo si è ben comportata. Al loro posto e con il vantaggio di due reti, anch’io non avrei protestato per richiedere la sospensione della partita. Comunque, resta il risultato, l’amarezza per una giornata da dimenticare. Il nostro limite? Aver tirato i remi in barca in balia delle onde senza reagire. Ho chiesto di pubblicare le foto del campo a tutti gli organi di informazione per far capire su quale terreno abbiamo giocato ad Arienzo”.

 

  

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.