Home » Regione

Sant’Arsenio: il cons. Pica, incontro per l’ospedale di Polla

Inserito da on 6 gennaio 2011 – 02:40No Comment

Il ripristino urgente di tutti i servizi essenziali erogati al 31 dicembre 2010 ed il contestuale potenziamento dei servizi base. E’ questa la richiesta forte ed accorata che le rappresentanze istituzionali, al termine dell’incontro tenutosi nella mattinata del 6 gennaio presso l’auditorium dell’Ospedale di Sant’Arsenio, hanno esternato al Direttore Sanitario del Presidio Ospedaliero di Polla-Sant’Arsenio ed al Commissario Straordinario della ASL di Salerno Francesco De Simone.Presenti all’incontro, coordinato dal Sindaco di Sant’Arsenio Nicola Pica, Sergio Annunziata, rappresentante del Comitato dei Sindaci dell’ASL di Salerno, il consigliere provinciale Rocco Giuliano, il Consigliere regionale Donato Pica, i sindaci e gli amministratori comunali del comprensorio Vallo di Diano, le rappresentanze sindacali ed il direttore sanitario Nunzio Babino.  L’incontro, introdotto da una puntuale relazione del rappresentante del Comune di Sassano, il dott. Antonio Calandriello, ha sviscerato le innumerevoli problematiche e gli enormi disagi che attualmente interessano i degenti ed  il personale medico ed infermieristico in servizio presso le strutture ospedaliere del Vallo di Diano. Unità Operative che non raggiungono il 75% del tasso di occupazione con una scarsa qualità dei ricoveri; la forte e crescente migrazione sanitaria verso nosocomi vicinori per interventi minimali di chirurgia, ortopedia ed assistenza cardiologica; forte carenza di personale in molte Unità Operative; mancato adeguamento tecnologico e mancanza di fondi ecc. Insomma una situazione drammatica che preoccupa innanzitutto la popolazione locale. In attesa della convocazione di un’apposita audizione nella Commissione Sanità in Regione Campania da parte di Sergio Annunziata, quale rappresentante del Comitato dei Sindaci dell’ASL di Salerno, promossa d’intesa con il Consigliere Donato Pica, l’assemblea ha convenuto sulla redazione di un apposito documento tecnico, sottoscritto dai sindaci del comprensorio, che sarà sottoposto all’attenzione dei vertici della ASL di Salerno prima ancora che ai vertici regionali.“Una situazione insostenibile a cui si aggiunge un clima pesante all’interno del nosocomio di Polla Sant’Arsenio tra la direzione sanitaria ed il personale medico. Una situazione che davvero non è più tollerabile” così Sergio Annunziata al termine dell’incontro, che aggiunge – formuliamo, unitamente agli altri sindaci, un vero e proprio richiamo alla responsabilità ed a lavorare con impegno sia alle unità mediche che, soprattutto, alla direzione sanitaria alla quale chiediamo il ripristino ad horas dei servizi attualmente sospesi. Allo stessa direzione sanitaria, infine, chiediamo di adoperarsi nella gestione delle consulenze mediche con capacità operativa e non solo di assistenza. Insomma abbiamo urgente bisogno di medici che vadano in sala operatoria e non di consulenti per servizi assistenziali”. Nella stessa seduta è stato affrontato anche l’annoso problema relativo ai servizi territoriali erogati dai Distretti Sanitari preannunciando per la prossima settimana un incontro tecnico per la ridefinizione delle linee di indirizzo che, come affermato dallo stesso Annunziata, attualmente sono completamente disattese dalla Direzione Sanitaria nonostante il pressing operato dal sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino, presidente del distretto sanitario. “Se l’angosciosa situazione gestionale non sarà risolta al più presto dalla Direzione Sanitaria, noi Sindaci per quanto di nostra competenza, chiederemo alla Direzione Generale della ASL  la rimozione dagli incarichi degli eventuali responsabili” conclude Annunziata. “Intensificheremo la fase di confronto con l’ASL di Salerno per garantire l’integrazione e la correzione del piano attuativo, in redazione, conformemente alle indicazioni dei Sindaci e delle Organizzazioni sindacali – ha dichiarato Pica – né vanno sottaciute le disfunzioni di ordine tecnico amministrativo e burocratico, che penalizzano notevolmente la sanità territoriale e distrettuale”  ha concluso Pica.

             

 

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.