Home » • Salerno

Salerno: Codacons, conferenza di fine anno

Inserito da on 30 dicembre 2010 – 06:38No Comment

Si è tenuta oggi nella sede del Codacons Campania l’affollata conferenza stampa di fine anno dell’Associazione Consumatori alla presenza dei Presidenti Nazionali Avvocati Carlo Rienzi e Giuseppe Ursini.Queste le azioni che partiranno nel 2011 all’insegna del recupero di risorse economiche per le famiglie: 8500 precari della scuola possono aderire, andando sul sito www.codacons.it  ad una class action gratuita per l’attuazione della direttiva comunitaria 1999/CE ed ottenere la stabilizzazione del rapporto e le differenze stipendiali arretrate. Il Codacons ha annunciato le prime 4 sentenze positive per i precari della scuola che avevano  almeno 2 anni continuativi di supplenza Scatta il count down per il recupero dei soldi spesi nella carta straccia nei Bond Argentini, Cirio e Parmalat, Chi ancora ha questi titoli, ed in Campania sono decine di migliaia i risparmiatori ancora in possesso di titoli fasulli, li può recuperare facendo causa alla banca. Anche per queste azioni le istruzioni sono su www.codacons.it Il presidente Giuseppe Ursini ha annunciato oggi un’Azione Collettiva Risarcitoria per la  restituzione del 60% della tassa pagata per la mancata raccolta per 137 cittadini  e la denuncia contro le regioni del nord che hanno sversato residui tossici/speciali nella nostra regione che ha provocato danno alla salute e collasso delle discariche, con conseguente avvelenamento dei prodotti agricoli. Il presidente regionale, Prof. Enrico Marchetti ha presentato le azioni in itinere quali la situazione dei depuratori in provincia di Salerno e l’Avv. D’Angelo ha chiarito che solo 15% dei Comuni sono in regola con i depuratori e l’azione del Codacons continuerà nei confronti dell’85 % dei Comuni che ne è privo o non funzionante. L’Avv. Morena ha annunciato la presentazione di un dossier sulla situazione ambientalista nella Provincia di Salerno; l’Avv. Marchetti  ha chiarito la situazione delle conciliazioni nei confronti di Telecom, Poste, Enel, Eni, che hanno fruttato agli utenti-conumatori nel 2010 circa 150.000 euro, l’Avv. Rizzo infine ha parlato della situazione relativa all’aeroporto ed a tutti coloro che hanno visto i loro voli da Salerno bloccati ed all’insinuazione al passivo contro la GAN presso il tribunale di Civitavecchia.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.