Home » Mondo

Ritratti Africani: Biblioteca Provinciale

Inserito da on 26 dicembre 2010 – 00:00No Comment

Padre Oliviero Ferro

Io sono di natura curioso e mi piace conoscere tutto quello che succede e la storia del luogo in cui vivo. Per cui,quando sono arrivato a Bafoussam (camerun), ho cercato di capire dove era possibile trovare dei libri, dei documenti che mi parlassero dell’Africa in generale e del Camerun in particolare. Alla fine, dopo aver chiesto a un po’ di persone e aver girato i quartieri della città,arrivo davanti alla Biblioteca Provinciale. Fermo la macchina e busso alla porta. Non c’è nessuno,almeno sembra. Quando,da dietro una porta arriva una signorina in uniforme che mi chiede cosa cercavo. Le rispondo che volevo consultare qualche libro. Lei,che era di guardia all’edificio, mi fa accomodare e va a chiamare la Direttrice. La signora esce dal suo ufficio e mi accoglie gentilmente. Cominciamo a parlare e vedo che lei è molto meravigliata che un bianco venga in questo luogo. Le spiego il mio problema. Allora mi accompagna a cercare dei libri sulla storia della nostra regione e di questa tribù Bamilèkè,in particolare. Mi impresta un libro,in copia unica, che parla delle tradizioni. Io ne farò una fotocopia e poi glielo riporterò. Si è subito instaurato un rapporto di fiducia. Sono ritornato diverse volte,anche perché avevo visto che c’erano dei testi di commedie che potevano essere utili per il nostro gruppo di giovani. A dire il vero,non c’era molta affluenza nella biblioteca e i fondi per la cultura,come dappertutto,sono sempre pochi. Ma questo era il suo lavoro che condivideva con altre due persone. Era una oasi di cultura, dove si poteva soddisfare la curiosità. La ricordo con simpatia,perché,anche attraverso di lei,ho conosciuto un po’ meglio l’Africa.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.