Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Cava de’ Tirreni: la notte del Millennio

Inserito da on 22 dicembre 2010 – 03:44No Comment

 Manca davvero poco al Millennio dell’Abbazia Benedettina della SS. Trinità e per introdurci al nuovo anno l’Amministrazione Comunale di Cava de’ Tirreni ha organizzato un calendario ricco di appuntamenti che per tutta la durata delle feste natalizie accompagneranno i cittadini cavesi e non solo. Il 25 dicembre alle ore 19 La Corale Polifonica Metelliana darà inizio ai festeggiamenti con un suggestivo concerto nel Duomo di Cava de’ Tirreni. La Corale Polifonica Metelliana, già Coro Jacopo Napoli, si è costituita nel 1987 ed è formata da circa 40 coristi dai 20 anni in su. Nei primi anni di attività il coro, istruito e diretto dal Maestro Joseph Grima, ha tenuto numerosi concerti, anche con orchestre, scambi internazionali con altri cori e tournée all’estero, riscuotendo lusinghieri successi. Il regolare studio, integrato dalla partecipazione a corsi di perfezionamento, ha permesso alla corale di proporre un repertorio che spazia dalla monodia medievale alla polifonia classica, sia sacra che profana. La corale ha effettuato registrazioni per la Rai e per altre emittenti radiotelevisive, ha partecipato con successo al Festival Internazionale di Malta ed ha effettuato una applaudita tournée in Germania. Negli ultimi anni la corale, diretta dal Maestro Felice Cavaliere, ha continuato ad ottenere successi anche nell’ambito lirico con diversi concerti tra cui: Cavalleria Rusticana di Mascagni, La Traviata di G. Verdi, la Bohème di Puccini e l’Aida di G. Verdi. In varie occasioni la corale ha proposto in sedi prestigiose (Basilica di S. Domenico Maggiore, Basilica di S. Chiara e Chiesa del Gesù Nuovo di Napoli, Duomo di Monreale, Duomo di Palermo, Cattedrale di Sorrento….) composizioni della scuola napoletana in prima esecuzione. La Corale ha partecipato a diverse edizioni dell’Amalfi music coast festival. Di recente ha eseguito il Requiem di Faurè. Ha eseguito Cavalleria Rusticana e L’Aida di G. Verdi in vari concerti per i corsi di perfezionamento di direttori d’orchestra tenuti dal Maestro Bruno Aprea. Ha partecipato alla rassegna corali premio Don Rua tenutosi a Caserta nel 2005 ottenendo un prestigioso primo posto. Tra gli ultimi concerti si ricordano quelli tenuti con la soprano Katia Ricciarelli. Il 26 dicembre sarà la volta dell’Abbazia Benedettina che ospiterà alle ore 19 la prestigiosa Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo. L’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, la più antica compagine sinfonica russa, è stata fondata nel 1882. In quell’anno, su ordine di Alessandro III, fu istituito il Coro Musicale di Corte (il prototipo dell’odierno Collettivo d’Onore della Federazione russa), fondato per esibirsi alla presenza dei sovrani, durante i ricevimenti, le cerimonie ufficiali, i balli, le rappresentazioni teatrali e i concerti di corte. Nel 1897 il Coro di Corte diventò Orchestra di Corte. All’inizio del ventesimo secolo, venne concesso ai musicisti di esibirsi in concerti a pagamento aperti al pubblico. La serie di concerti intitolata “Raccolte orchestrali di musica nuova” propose in Russia le prime esecuzioni dei poemi sinfonici di Richard Strauss (Ein Heldenleben e Also Sprach Zarathustra), della Prima sinfonia di Mahler, della Nona sinfonia di Bruckner e del Poema Divino di Skryabin. Tra i direttori dell’orchestra si annoverano musicisti di fama mondiale, quali Richard Strauss, Arthur Nikisch, Alexander Glazunov e Sergej Koussevitsky. Il 30 dicembre alle ore 20.30 tutt’altra musica con gli Zero Assoluto. Duo italiano sicuramente gradito ai più giovani. Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi, i componenti del gruppo Zero Assoluto, si conoscono sui banchi di scuola del liceo classico Giulio Cesare di Roma. Muovono i primi passi nella scena rap romana con la canzone In due per uno zero, pubblicata sulla compilation Nati per rappare – Volume II. Nell’estate 2005 gli Zero Assoluto conquistano il doppio disco di platino con Semplicemente, canzone esclusa lo stesso anno dal Festival di Sanremo, che rimane in classifica per trenta settimane, raggiungendo il secondo posto come massima posizione. Il grande successo arriva l’anno successivo con la partecipazione al Festival di Sanremo 2006 nella categoria Gruppi con la canzone Svegliarsi la mattina che si classifica seconda nella rispettiva categoria raggiungendo, inoltre, la finale della manifestazione che, quell’anno, prevedeva solo otto finalisti su trenta partecipanti. È il singolo più venduto dell’anno in Italia. Nell’autunno dello stesso anno collaborano con l’artista Nelly Furtado duettando nella canzone All good Things, pubblicata nell’album Loose della cantante. Gli Zero Assoluto partecipano al Festival di San Remo con il brano Appena prima di partire. Il 2 marzo 2007 esce il loro secondo album, Appena prima di Partire, che contiene i singoli di successo Semplicemente, Svegliarsi la mattina e Sei parte di me e 8 inediti. L’album, dopo poco più di un mese dall’uscita, conquista il disco di platino, con oltre 100.000 copie vendute. Il 22 maggio 2009 esce il loro terzo album, Sotto una pioggia di parole, anticipato dal singolo Per dimenticare, destinato di lì a poco a diventare un tormentone estivo ed a procurare al gruppo l’ennesimo disco d’oro. Nel febbraio 2010 annunciano la realizzazione della colonna sonora del film Scusa ma ti voglio sposare di Federico Moccia. Nello stesso anno esce Grazie, terzo singolo di Sotto una pioggia di parole, che arriva subito al top delle classifiche digitali. Per festeggiare la notte di San Silvestro in Piazza San Francesco, il 31 dicembre, ci saranno musica e animazione.  E alle ore 23.45 ad annunciare l’apertura del Millennio ci sarà un collegamento in diretta tv e su maxischermo tra le due piazze, quella dei Santi Padri Cavensi e di San Francesco. Il primo giorno dell’anno inizierà con il Concerto di Capodanno alle 19 nel Palazzo di Città. Il 2 gennaio alle ore 20 a piazza Duomo si terrà la manifestazione “Cava… in musica live”. Per i più piccoli, e perché no, anche per i grandi il 3 gennaio alle ore 19.30 in piazza Duomo ci sarà il concerto di “Il mondo di Walt Disney”. Il 4 gennaio alle ore 20 il rapper Nesly si esibirà in piazza Duomo. Nesli, (anche conosciuto come Nesly Rice), nome d’arte di Francesco Tarducci (Senigallia, 29 dicembre 1980), è un rapper, produttore discografico e cantautore italiano. È il fratello minore di Fabrizio Tarducci, in arte Fabri Fibra. Con il nome di Nesly Rice si presenta con uno stile simile a quello di Fibra, fatto di intrecci lirici e metrici, ma con un flow decisamente più scandito e riflessivo. Nel 2006 partecipa alla produzione del nuovo cd di Fabri Fibra in debutto commerciale Tradimento lavorando a 12 delle 17 tracce in esso contenute, specialmente la dodicesima, “Vaffanculo scemo” dove ritroviamo le sue qualità solistiche. Le canzoni vengono registrate al Teste Mobili Studio di Senigallia. Il 30 marzo 2007 la Universal ha pubblicato il suo terzo lavoro, Le Verità Nascoste, anticipato dall’e-single “Riot” uscito a gennaio e dai singoli ufficiali “Nesli Park” e “Con Me Non Ci Parli Mai“. Sempre nel 2007 collabora nuovamente col fratello Fabri Fibra nell’album Bugiardo con la canzone “Le ragazze“. Nello stesso anno nascono i FOBC, una crew formata da Nesli e Vacca, un progetto mai realmente decollato. Nel 2008 partecipa al mixtape di Mondo Marcio, In cosa credi, nel pezzo “Tagliarmi Le Vene“. Il 20 maggio 2009 l’artista ha pubblicato gratuitamente, tramite il suo Myspace, Nesliving Vol. 1, un mixtape contenente 12 brani. Sempre nello stesso anno collabora con i Two Fingerz nella canzone Finto contenuta nell’album Il disco finto del collettivo milanese.Verso la fine dello stesso anno Daniele Vit ha fatto uscire in free download “Per sempre”, un brano che ha prodotto insieme a Big Fish e che interpreta insieme a Nesli. Il 13 novembre 2009 è uscito il quarto disco di Nesli, intitolato Fragile – Nesliving Vol. 2, pubblicato da Doner Music e anticipato dal singolo “Non Tornerò“. Il 24 dicembre 2009 è uscito il secondo singolo, “La fine“, il cui video è stato girato a Milano, intorno a corso Buenos Aires, e su una strada di montagna. All’uscita dell’album ha fatto seguito un intenso tour in giro per l’Italia, che ha portato Nesli il 21 aprile 2010 ad aprire il concerto di Mika al Mediolanum Forum di Milano. Il 28 settembre 2010 viene pubblicato L’amore è qui, quinto disco di Nesli, anticipato dall’omonimo singolo, uscito il 30 agosto, e dal video, diretto da Luca Tommassini, uscito il 13 settembre. L’album debutta alla posizione #13 della classifica ufficiale italiana FIMI, segnando quindi il miglior risultato raggiunto da Nesli in una classifica. Il 5 gennaio appuntamento alle 19.30 con la città che si illumina per animare la Notte Bianca e il concerto dei Neri Per Caso in Piazza Duomo. I Neri per Caso sono un gruppo a cappella italiano, formatosi a Salerno nel 1995. I membri del gruppo sono i fratelli Ciro e Diego Caravano e i fratelli Gonzalo e Mimì Caravano, cugini tra loro, e Mario Crescenzo e Massimo de Divitiis. Il nome del gruppo è nato una sera, quando Claudio Mattone assistette ad una loro performance in un locale di Roma e vedendoli tutti vestiti di nero, con jeans neri e maglia nera chiese loro se si vestissero sempre così, alla loro risposta “no, è stato un caso”, Mattone scelse di farli chiamare “Neri per Caso”. Iniziano a cantare nei locali di Salerno, ed ottengono la partecipazione a Sanremo Giovani 1994 con il brano Donne di Zucchero, qualificandosi per la sezione “Nuove Proposte” del Festival di Sanremo 1995, che vincono con la canzone Le ragazze, scritta da Mattone ed eseguita a cappella. Il loro primo disco, Le ragazze, che contiene cover di noti brani italiani e due canzoni inedite, ottiene subito successo, raggiungendo il traguardo di 6 dischi di platino. Sarà questo l’ultimo evento di un favoloso programma che ci proietterà verso un anno ricco di storia, cultura e spiritualità.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.