Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Maiori: ‘Sulle orme del nostro passato’

Inserito da on 17 dicembre 2010 – 03:56No Comment

Domenica 19 dicembre, alle ore 17, a Palazzo Mezzacapo, sede del comune di Maiori,  sarà inaugurata la Biblioteca comunale con un solenne taglio del nastro alla presenza delle autorità e dei promotori dell’iniziativa. L’amministrazione comunale di Maiori,  in controtendenza con quello che avviene in Italia nell’ultimo periodo,  ha deciso invece di fare della cultura il fiore all’occhiello della propria iniziativa politica e, seppure con pochi mezzi economici a disposizione, ha colto un’esigenza, appunto quella di una biblioteca, da tempo avvertita nel paese.La realizzazione del primo nucleo della collezione libraria è stata resa possibile grazie alla donazione del fondo  dell’On. Francesco Amodio, da parte dei suoi familiari, e di quello del professore Carmine Conforti, da parte dei suoi amici, che ne hanno raccolto l’eredità morale. Ad aprire la cerimonia sarà una tavola rotonda, moderata dal giornalista Alfonso Bottone,  che prevede un primo intervento da parte del sindaco di Maiori, Antonio Della Pietra. Si proseguirà con la presentazione del progetto da parte del consigliere delegato alla Cultura, Mario Piscopo. Donato Sarno, storico locale e segretario del Centro di Storia e Cultura amalfitana, interverrà sull’importanza del patrimonio librario ed archivistico per la conoscenza del territorio, mentre lo studioso Crescenzo Paolo Di Martino incentrerà il suo intervento sul riordino dell’Archivio storico comunale, che appena completato entrerà a far parte del progetto. Il giornalista Sigismondo Nastri, che ha fatto da tramite con la famiglia Amodio per la donazione, presenterà le personalità, purtroppo scomparse, a cui sono appartenuti i preziosi volumi: Francesco Amodio, unico deputato espresso dalla Costiera amalfitana dal 1958 al 1976, tra i fondatori della Democrazia Cristiana in provincia di Salerno, e promotore di importanti proposte di leggi e tra queste certamente di rilievo i suoi interventi per l’istituzione del ministero del Turismo e dello Spettacolo; e Carmine Conforti, professore di lettere di grandi qualità, particolarmente  impegnato nel campo della tutela dell’ambiente. Fin dai primi anni settanta, Conforti ha profuso instancabile  attività quale responsabile della locale sezione del WWF,  ottenendo vittorie esaltanti tra le quali la più conosciuta è quella contro le ricerche petrolifere nel mare della Costa d’Amalfi. I lavori saranno conclusi dagli interventi del professore Antonio Milone, docente dell’Università della Calabria, su Arte e Storia a Maiori, e dal rappresentante del WWF Costiera amalfitana, Gioacchino Di Martino, su Aspetti naturali e paesaggistici del territorio di Maiori. Al termine sarà inaugurato il Laboratorio culturale e la mostra “Ricordi di scuola. Viaggio in mezzo secolo di libri scolastici in Costiera amalfitana” curata dall’associazione ‘Maior’ i presìdi del libro (aperta dal 19 al 21 dicembre). La mostra vuole essere un’occasione per ripercorrere la storia attraverso testimonianze che raccontano la scuola del passato. Il materiale esposto comprende libri, quaderni, pagelle e riviste risalenti ai primi 50 anni del secolo scorso, un’epoca in cui Maiori e i paesi della costa si confrontavano con livelli di alfabetizzazione primaria. Lo scambio di auguri per le festività natalizie chiuderà la serata con un calice di vino DOC Costa d’Amalfi delle cantine S. Francesco di Tramonti.

 

  

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.