Home » • Cilento e Vallo di Diano

Codacons: in Campania il “caso unico” non è solo rappresentato dall’immondizia per le strade

Inserito da on 16 dicembre 2010 – 02:24No Comment

L’entrata in vigore, il 3 Dicembre  2009, del Regolamento CE 1371/2007, dopo 24 mesi dalla sua pubblicazione, avrebbe dovuto porre fine ad una situazione che ha visto  i cittadini della Regione Campania in una situazione unica rispetto a tutte le altre Regioni. In concreto è stato restituito loro il diritto di: Acquistare, come è sempre avvenuto nel resto d’Italia, i biglietti del Trasporto ferroviario Regionale di Trenitalia Campania  presso gli appositi Distributori Automatici installati nelle stazioni FS del territorio regionale; Acquistare i  medesimi biglietti sul sito Internet delle Ferrovie dello Stato; Acquistare i biglietti a bordo treno, senza sovrapprezzo, in mancanza di biglietterie e/o distributori automatici nelle stazoni ferroviarie. Tutto ciò non era possibile fino al 2 Dicembre 2009 a causa del regolamento del Consorzio Unicocampania, cui aderisce anche Trenitalia per il Trasporto ferroviario Regionale della Campania. Sempre dal 3 Dicembre 2009 i Disabili (non vedenti, sordomuti, grandi invalidi di guerra e per servizio, titolari di indennità di accompagnamento) della Campania, non sarebbero stati più costretti a recarsi presso le biglietterie Trenitalia, situate anche a molte decine di chilometri dal loro domicilio, per acquistare i biglietti a tariffa agevolata loro concessi dallo Stato. Dal 3 Dicembre 2009, infatti, avrebbero potuto farlo, al pari degli altri cittadini residenti in Italia, su Internet. I non vedenti avrebbero potuto acquistare i biglietti agevolati, senza sovrapprezzo a bordo treno, in qualsiasi circostanza. C’è da aggiungere che, ad oggi, Non esistono Distributori Automatici di biglietti ferroviari del Trasporto Regionale di Trenitalia Campania in tutte le stazioni FS della Regione. Per questo motivo i passeggeri hanno il diritto, sempre dal 3 Dicembre 2009, di acquistare i biglietti, senza sovrapprezzo, a bordo treno in caso di mancanza di Biglietteria mancante o chiusa al momento della partenza del treno. Questa Associazione, a distanza di un anno trascorso inutilmente, si augura che disposizioni in merito siano immediatamente impartite dalla Direzione Regionale Campania di Trenitalia. Si eviterà l’instaurazione di contenziosi visto che i cittadini Campani, costretti ad adire le vie legali, con il sostegno della nostra Associazione, non vogliono continuare ad essere di Serie B rispetto agli altri che abitano nel resto d’Italia, nel silenzio complice della Regione Campania.

 

Il Responsabile Settore Trasporti

Dott. Rocco Panetta

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.