Home » > EDITORIALE

Attenti agli hacker!

Inserito da on 5 dicembre 2010 – 05:493 Comments

di Rita Occidente Lupo

La pirateria informatica, impazza sul web. Gran fatica per la Polizia Postale, che nel primo semestre annuo, ha denunciato 819 persone per reati in materia di e-commerce e ne ha arrestate 37: 2.913  hacker, 76 arrestati, 475 denunce, 51 autori di reati pedopornografici. Inoltre, 757 segnalazioni, 189 denunce e 565 richieste di informazioni per fatti relativi alla rete. Notevoli i cybercrimini che ledono notevolmente alle aziende. Misure preventive, a riguardo, ancora molto scarse. Eppure occorre tutelare gl’internauti e soprattutto le società, che attualmente navigano lavorativamente. In breve, si pensa che aumenterà il numero dei “molestatori”, di quelli cioè, che s’affideranno sempre più all’anonimato, per infastidire e lasciarsi andare anche a linguaggi tutt’altro che edificanti. Oltre al tamburellante avviso, alla Postale, alle denunce del caso, mentre fervono gli accertamenti in corso, gli hacker continuano indisturbati e spesso addirittura danneggiano i sistemi, con l’immissione di virus nella rete. C’è da augurarsi che, in tempi celeri, data la capillare diffusione informatica, si possa pervenire a  drastiche misure punitive nei confronti di tali attentatori virtuali.  

3 Comments »

  • oddvod56 scrive:

    ci tengo a precisare che c’è una grande differenza tra chi viola i server e li danneggia e chi li viola e basta.
    Chi danneggia i server o qualsiasi altro computer e un CRACKER cosa molto differente da un HACKER , il cracker è colui che crea virus e danneggia qualsiasi sistema informatico che gli capiti a tiro;l’ hacker, invece, è colui che viola i sistemi ma solo per capire il loro funzionamento.
    Quindi c’è una grossa differenza tra quello che ho scritto io e quello che c’è scritto sul vostro articolo comunque il vostro è un gran bel articolo

  • Alessio Ganci scrive:

    Della differenza tra HACKING e CRACKING avevo già accennato nelle prime righe di questo articolo: http://www.dentrosalerno.it/web/2009/07/27/langolo-dei-giovanissimi-google-hacking-nel-bene-e-nel-male

    Per precisare meglio comunque, l’hacker non deve violare per forza un sistema (anche se per scopi didattici). Si definisce hacker il semplice esperto di informatica (che ha conoscenze avanzate e padronanza dei computer sviluppata) e non è obbligatorio che quest’ultimo effettui dei test di violazione di sistemi.

  • oddvod56 scrive:

    scusa alessio questo articolo che hai messo il link non lo avevo letto comunque non ho mai detto che l’ hacker DEVE violare un sistema ho detto che lo viola in ogni caso complimenti per l’ articolo

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.