Home » • Cilento e Vallo di Diano

Cilento: Codacons in Procura contro inquinamento marino

Inserito da on 3 dicembre 2010 – 02:40No Comment

  Una schiuma giallastra ricopre in grandi quantità le spiagge dell’Arco Naturale di Palinuro e il sito protetto di Cala del Cefalo sul litorale di Marina di Camerota. Tale preoccupante fenomeno si riscontra con particolare intensità dopo le precipitazioni piovose. “Con le piene dei fiumi Lambro e Mingardo la schiuma viene trasportata in superficie”, afferma il professore Enrico Marchetti, Presidente del Codacons, “è la stessa schiuma che sempre più spesso compare anche nei mesi estivi con lunghe chiazze che il moto ondoso porta sulle spiagge”. Nella zona protetta, anche dall’Europa come area Sic, vi sono molteplici fonti di inquinamento: sversamenti non autorizzati nel Lambro e nel Mingardo e una assoluta mancanza di depurazione delle acque reflue da parte dei Comuni a monte.“Anche grazie alla collaborazione di Paolo Abbate del Wwf”, conclude l’avvocato Pierluigi Morena, dell’Ufficio legale del Codacons, “abbiamo presentato un dettagliato Esposto presso la Procura di Vallo della Lucania denunciando il grave fenomeno di inquinamento che mette a rischio l’integrità dell’area, auspichiamo che vengano svolti gli opportuni accertamenti”. 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.