Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Cava de’ Tirreni: PD accanto agli abitanti della frazione Pianesi

Inserito da on 24 novembre 2010 – 04:00No Comment

 In qualità di consigliere comunale appartenente al gruppo consiliare del PD voglio sgombrare il campo da stupide illazioni che in questi giorni si leggono sui vari blog anche attraverso dichiarazioni di esponenti politici, del perché il PD ed in particolare il gruppo consiliare è vicino  agli abitanti della frazione Pianesi. Dobbiamo partire da lontano e precisamente dal consiglio comunale del 19/09/2010 quando, l’esponente di Rifondazione Comunista la prof.ssa Alfonsina De Filippis,a proposito di un eventuale utilizzo del contenitore scolastico del Vanvitelli per attività culturali,  fece presente che c’era il problema impellente  della scuola del Seminario, per cui si sarebbe battuta per eliminare questo scempio ed il sottoscritto  in consiglio comunale a seguito della sua denuncia dichiarò che si sarebbe schierato a fianco della De Filippis per cercare di risolvere il problema (pag. 6 della delibera 72 del consiglio comunale del 19/09/2010). Cosa che il PD continuerà a sostenere per cui sgombriamo il campo dalla prima illazione, quella di un eventuale accordo con la Curia e quindi con Don Rosario, altro sostenitore dei problemi riguardanti la Scuola ai Pianesi. Chiaramente, e l’abbiamo dichiarato in commissione, non siamo d’accordo per la dislocazione concordata con l’amministrazione   la quale per  risolvere i problemi del Seminario va  a penalizzare i 160 alunni e  le rispettive famiglie dei Pianesi. Non siamo d’accordo per una serie di motivazioni: la prima rifacendosi proprio alle parole del Sindaco e dell’Assessore alla Pubblica Istruzione nel convegno di sabato scorso in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia dove sia il Sindaco che l’Assessore tennero a precisare che gli adolescenti debbono vivere la vita adolescenziale  in un ambito a loro congeniale più confacente a quelle che sono le proprie origini. Allora ci domandiamo perché sradicare dal loro contesto sociale questi bambini e di colpo trasferirli altrove, dato che  , la scelta dell’Istituto   di XXIV Maggio non è  confacente alle esigenze di alunni della scuola elementare? Ricordiamo che la scuola di via Formosa  è nata proprio per soddisfare le esigenze di una platea scolastica rivolta agli alunni di scuola materna ed elementare, cosa diversa per  l’istituto  a via XXIV Maggio. Poiché il raggio di ubicazione della scuola  si trova in 800/1000 metri riteniamo che sia la scuola dei Pianesi a poter ospitare con tutti i confort gli alunni degli altri plessi o in alternativa trovare altri contenitori come San Giovanni ecc. Non possiamo essere d’accordo con chi ci taccia e rimandiamo al mittente di non voler il potenziamento dell’Istituto Alberghiero, è pura demagogia. Ci siamo battuti anche come precedente amministrazione, crediamo però che il contenitore di Via XXIV Maggio sia l’ideale anche per gli studenti che verranno da fuori Cava. Ci siamo posti il problema del traffico e quindi dell’incolumità dei bambini qualora si decidesse malauguratamente di convogliare tutti gli alunni delle elementari in Via XXIV Maggio? Immaginate solo per un attimo con le piogge di questi giorni il traffico automobilistico per portare ed andare a prendere gli alunni davanti alla  scuola. Vorrei soltanto ricordare ed ecco il perché saremo come non mai vicino agli abitanti dei Pianesi che un’analoga situazione l’abbiamo vissuta noi di San Giuseppe al Pozzo, allorquando era pronta l’eliminazione della scuola per far posto ad un’attività commerciale come il MCDonald. Proprio grazie ad una grande mobilitazione generale della frazione riuscimmo a spuntarla e per la prima volta in consiglio comunale  fecero intervenire un esterno,  l’attuale parroco della frazione Don Felice Apicella per poter spiegare il perché l’amministrazione stava commettendo un grosso, grossissimo errore. Oggi è  grazie a quell’intervento e a quella grande mobilitazione che una frazione come quella di San Giuseppe si può ritenere rinata. Per cui invitiamo, come Partito Democratico, l’Amministrazione Comunale  a rivedere la propria posizione, fermo restando che ripetiamo con voce grossa di risolvere il problema degli alunni frequentanti il Seminario.

 

  

                                                                                                       Consigliere Comunale

                                                                                                          Pasquale Scarlino

                                                                                        a nome e per conto Gruppo Consiliare PD

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.