Home » >> Politica

Salerno: Cirielli “Complimenti e solidarietà a Bocchino”

Inserito da on 20 novembre 2010 – 05:48Un commento

“Bisogna riconoscere  che l’On. Italo Bocchino ha dimostrato tutta la sua arguzia. La vicenda delle presunte dimissioni del Ministro Carfagna, proprio ora che il nostro premier stava recuperando, dimostrano quanto sia insidiosa l’azione del capogruppo di FLI per la tenuta del Governo e la compattezza del PdL”. Lo dichiara il Presidente della Provincia di Salerno, On. Edmondo Cirielli. “A lui ovviamente- continua-  vanno oltre che i complimenti anche  la mia solidarietà, stigmatizzando l’azione di qualche mitomane che lo ha minacciato”. “Relativamente alle notizie che mi tirano in ballo in questa storia – sottolinea l’on. Cirielli-  sul piano politico posso dimostrare di essere io la vittima di continui attacchi e delegittimazioni. Sul piano privato difenderò la mia dignità di persona per bene nelle sedi giudiziarie competenti, perché querelerò coloro che hanno fatto becere illazioni sulla mia moralità su alcune testate nazionali e locali.  Voglio ricordare che  in 15 anni di specchiata carriera politica nessun’ ombra ha mai messo in discussione la mia onorabilità (e non è facile di questi tempi), lo sanno bene tutti coloro che mi conoscono e soprattutto  i miei elettori della provincia di Salerno”.“E’ vero – aggiunge -che stimo e sono leale a Cosentino perché dai tempi in cui era coordinatore regionale di FI si è distinto per  una cristallina condotta nei rapporti con me e con il partito. In questi anni il suo comportamento mi ha suscitato profonda simpatia, che si è trasformata in sincera  amicizia. Non conosco le carte dei processi che lo vedono indagato, ma con il cuore e la logica sono portato a non credere ad una sola delle accuse che gli vengono contestate”.“Tuttavia- conclude- è notorio che sono una persona libera e “un uomo solo delle Istituzioni”, quale umile servitore nella vigna della Patria. Condivido i valori del PdL dove milito con convinzione, nonostante tanti traditori ed opportunisti, e considero il Premier Silvio Berlusconi, l’unica persona che poteva salvare l’Italia da forze conservatrici che, saldatesi con gli ex comunisti, ne pregiudicano lo sviluppo e il futuro. Per il resto, taccio per amor di Patria e per senso di responsabilità”.

Un commento »

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.