Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Scafati: Aliberti chiarisce, sono del PdL, mio leader Berlusconi

Inserito da on 18 novembre 2010 – 04:18No Comment

  “E’ giusto chiarire la mia posizione rispetto alle vicende politiche nazionali. Non ho mai fatto parte di alcuna corrente interna al PdL, facente capo al Ministro Carfagna o al presidente Cirielli. Proprio qualche giorno fa insieme all’On.Paolino ho rinnovato la tessera del PdL convinto di rivedermi solo ed esclusivamente nel presidente Berlusconi e nel coordinatore regionale Nicola Cosentino. Ritengo naturale l’esistenza di differenze nell’ambito di un partito che cresce a dismisura ed è giusto che ci siano i confronti. Proprio per questo, non ho mai temuto di esprimere posizioni di contrasto nei confronti del Ministro Carfagna e del Presidente Cirielli. Mai sono andato a Roma ad interloquire con Fini e posso garantire che non sono interessato a nessuna candidatura alla Camera, sebbene l’idea sia stimolante e avvincente. L’unica mia preoccupazione oggi è riuscire a dare risposte ai gravi problemi che affliggono la mia città, che non possono essere assolutamente trascurati. C’è bisogno di assicurare ai cittadini, che hanno creduto in questo governo, un intervento deciso delle istituzioni alle tante questioni che possono essere risolte solo con una politica territoriale e l’impegno di tutti i livelli istituzionali. La riconversione ospedaliera, il Puc e infine il Sarno, oggi vera priorità di questa amministrazione. Rispetto a questo argomento oggi siamo ad un bivio: dall’attenzione che il mio partito, la mia parte politica e i livelli istituzionali, (Provincia, Regione e Governo centrale) dedicheranno al problema, dipenderà il mio futuro politico. Se i partiti non sono più in grado di dare risposte è giusto liberarsene e di guardare altrove. I sindaci non possono più essere abbandonati o subire mortificazioni perché ritenuti responsabili di problemi di cui non hanno alcuna competenza. Per questo motivo, sabato 20 novembre alle ore 9,00 dall’area ex Del Gaizo partirà una marcia pacifica per accendere i riflettori sull’annoso problema degli allagamenti e sui ritardi nell’opera di risanamento del fiume Sarno. Da qui, martedì 23 abbiamo convocato un Consiglio Comunale straordinario e monotematico, (ore 18,00 presso Sala Consiliare della Biblioteca F. Morlicchio), al quale hanno già dato adesione l’assessore regionale alla Protezione Civile Edoardo Cosenza e il Gen.Jucci, per chiedere agli organi competenti, Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministero dell’Economia di autorizzare il Commissario Delegato ad utilizzare le risorse FAS 2007/2013 di competenza della Regione Campania, al fine di procedere, tra l’altro, con i lavori di completamento della rete fognaria di Scafati e di chiedere lo stanziamento di ulteriori fondi necessari, a favore del Commissario Delegato, per la completa bonifica e pulizia delle vasche borboniche dell’area vesuviana; alla Regione Campania di attivare con la massima urgenza l’intervento di bonifica dell’invaso di Traversa Arpaia e la conversione dello stesso come vasca di laminazione delle acque eccedenti le portate nere; di chiedere al Commissario di procedere ai lavori, già appaltati, inerenti al dragaggio del fiume Sarno e dei canali Bottaro e Fienga; alla Regione Campania di attivare tutte le azioni necessarie per acquisire fondi e mettere in attuazione il progetto del ‘Grande Sarno’, dando priorità alla realizzazione degli opportuni sistemi di mitigazione del rischio idraulico a monte del territorio di Scafati ed al necessario dragaggio del fiume Sarno e dei canali; alla Regione Campania di attivare le azioni immediate atte ad evitare, tra l’altro, l’esondazione del canale Rio Sguazzatorio nel centro cittadino”. “Dopo la marcia pacifica in programma per sabato 20 novembre 2010 a partire dalle ore 9,00 presso l’area ex Del Gaizo – ha dichiarato il Sindaco Pasquale Aliberti – abbiamo convocato in via straordinaria un consiglio comunale monotematico sull’emergenza ambientale, affinchè l’intera assise composta da maggioranza e opposizione deliberi di chiedere agli organi dello stato competenti (Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento di Protezione Civile, Ministero dell’Economia) di autorizzare il Commissario Delegato al Superamento dell’emergenza socio economica ambientale del Bacino Idrografico del Fiume Sarno ad utilizzare le risorse FAS 2007-2013, di competenza della Regione Campania, al fine di poter procedere, tra l’altro, con i lavori di completamento della rete fognaria di Scafati e di chiedere di provvedere allo stanziamento di ulteriori fondi necessari, a favore del Commissario Delegato, per la completa bonifica e pulizia delle vasche borboniche dell’area vesuviana; di chiedere alla Regione Campania di attivare con la massima urgenza l’intervento di bonifica dell’invaso di Traversa Arpaia e la conversione dello stesso come vasca di laminazione delle acque eccedenti le portate nere; di chiedere al Commissario Delegato di procedere ai lavori, già appaltati, inerenti al dragaggio del fiume Sarno (dalla foce sino alla traversa di Scafati) e dei canali Bottaro e Fienga; di chiedere alla Regione Campania di attivare tutte le azioni necessarie per acquisire i necessari fondi e mettere in attuazione il progetto del ‘Grande Sarno’, dando priorità alla realizzazione degli opportuni sistemi di mitigazione del rischio idraulico a monte del territorio di Scafati ed al necessario dragaggio del fiume Sarno (dalla traversa di Scafati verso monte) e dei canali; di chiedere alla Regione Campania di attivare le azioni immediate atte ad evitare, tra l’altro, l’esondazione del canale Rio Sguazzatorio nel centro cittadino. Al Consiglio Comunale hanno già dato adesione l’assessore regionale alla Protezione Civile Edoardo Cosenza e il Gen. Roberto Jucci. Quest’ultimo di recente ha esternato la sua solidarietà alla città di Scafati e ha ribadito il suo impegno per far fronte all’emergenza ambientale”.Il competente assessorato alla Protezione Civile della Regione Campania e l’amministrazione comunale, alla luce dello stato di calamità naturale stanno cercando di mettere in atto provvisori interventi di mitigazione del rischio idraulico. 

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.