Home » > Primo Piano

Salerno: Rione Carmine, riqualificazione urbana col Sigma?

Inserito da on 18 novembre 2010 – 08:255 Comments

Rita Occidente Lupo

Cemento mangia smog, verde pubblico…una riqualificazione urbana, che investirà gli abitanti di Via Lanzalone e di Via Manganario, rivitalizzando il look agonizzante. Almeno questo, a detta del sindaco Vincenzo De Luca e ufficialmente comunicato agli organi d’informazione nei giorni scorsi, sullo starter dei lavori, al varo. Ma i problemi del rione Carmine, invariati. Tra i numerosi, quello dei topi d’auto,   perseveranti nel  frantumare vetri automobilistici, per frugare negli abitacoli delle quattro ruote: tra vittime inermi, non atte più a bilanciare la pazienza, dinanzi all’ennesimo atto di pirateria selvaggia. Quello dei ratti,   indisturbati per Via Gaspare Mosca, schizzando dinanzi ai sornioni gatti, stiracchianti le code tra mille fusa, ai piedi dei contenitori differenziati. Sosta bizzarra, in barba al posto auto residenziale:  in duplice e triplice fila, autoveicoli per gli esercizi commerciali, perennemente stazionati. Una strada d’accesso alla bretella autostradale ed all’autostrada, Via Santa Caterina Alessandrina,  agonizzante per la giustizia civica! Perennemente congestionato il traffico budellare nelle ore di punta. Tra il tamponamento di routine, di quanti scendono diritti da via Pio XI, dallo svincolo autostradale e quanti imbracciano Via Santa Caterina, provenienti da Via Vernieri. Tra sfreccianti motorini, che specialmente all’uscita di scuola, zigzagano tra le auto in fila indiana, frizioni bruciacchiate e clacsonate a volontà. Il caos, esclama più di qualcuno esasperato: e sarà proprio in tale rione, in Via Michele Vernieri, che sorgerà il prossimo anno, baciato dalla sorte comunale, il market aperto 24 ore su 24, punto Sigma. Con tanto di caffetteria, yogurteria e ristorazione anche notturna. Un evento, giacchè sarà il primo esperimento di settore di tutt’Italia. Attesa la folla di massaie o di semplici turisti. Senza badare alla fruizione, per la sosta! E per consentire che carrelli ed acquirenti possano curiosare tra le scaffalature e approvvigionarsi a piacimento! Già naturalmente la zona, contesa da residenti e non, per il parcheggio. Eppure i rinsecchiti alberelli piantumati, rimandano l’idea d’una città ben curata, ossequiosa dell’ambiente. A tal punto che, perfino le arance, occhieggianti ai passanti, optano per voli liberi senza pietà. Lasciando il segno! Lo scorso anno, più di qualche elegante signora, con tanto di macedonia sul tailleur chiaro, riuscita a malapena a contenere il livore, solo perché da poco…uscita dalla Messa domenicale! La zona, scoppia, grida il comitato di quartiere, libera associazione di cittadini, formatasi allo scopo di portare avanti le proteste degli abitanti contro il degrado. Che non cessa d’inquietare, scorrendo i gradini del Liceo Tasso di Piazza San Francesco. Materasso privilegiato per tanti clochard, tra bottiglie e cartoni, barboni senza nome, storie senza età, note solo al quattro zampe di compagnia, che continua a non abbandonarli ed alla bottiglia, naufraga di sogni!

5 Comments »

  • sandra scrive:

    Non credo sia una bella pubblicità per il comune e sopratutto per il sindaco ” baciare ” il punto vendita sigma di prossima apertura.
    Il sindaco dovrebbe informarsi sul gruppo che detiene tali supermercati a salerno e sul modo in cui vengono trattati e sfruttati i giovani ( e non ) dipendenti che periodicamente, a scadenza fissa, vengono “assunti” per coprire varie figure nei suddetti punti vendita. Se questa vuole essere un’ occasione per proporre sviluppo ed occupazione, una breve ricerca e poche domande permetteranno al sindaco di rendersi conto che la dirigenza del gruppo non si fa scrupolo a sfruttare per i primi mesi, illudere con la prospettiva di un contratto e cacciar via alla minima protesta, i propri “dipendenti”, senza che si ottemperi ad uno degli obblighi che un datore di lavoro serio e ligio alla legge è tenuto a rispettare. Confido nell’onestà del sindaco, nella sua serietà e soprattutto nella sua lungimiranza.

  • Onestà intellettuale scrive:

    il quartiere Carmine è congestionato perchè, purtroppo, si sono costruiti i palazzi uno addosso all’altro.

    Ma questa non è una colpa di De Luca, perchè i palazzi sono stati costruiti negli anni 60, quando De Luca aveva 10 anni!!!

    Cosa si può fare adesso? Buttare giù i palazzi per allargare le strade?

    Si dice poi che il cemento mangia il verde. Ma in quella zona come si fa creare aree verdi? Bisogna accontentarsi degli alberelli sui marciapiedi, perchè lo spazio quello è? Se poi vogliamo buttare giù i palazzi…
    A parte che per il verde basta andare a Piazza San Francesco. Altrimenti si scende verso Via Irno e lì ci sono il Parco Pinocchio e altri parchi nuovi. Non lamentiamoci sempre

    Che poi si voglia migliorare un quartiere mettendo un supermercato aperto 24 h al giorno, mi pare una cosa da apprezzare, non da criticare. Supermercati aperti 24 h si trovano in tutte le grandi città Europee.

  • sandra scrive:

    onestà intellettuale…vacci a lavorare …con i proprietari che si ritrova
    … e poi mi dai una voce

  • Benito scrive:

    Evviva l’informazione!
    Ma chi è l’autore dell’articolo?

  • Marta scrive:

    mi è stato chiesto al colloquio di lavoro di fare 8 giorni di prova.. il turno di lavoro va dalle 7.30 alle 14.00 e dalle 16.00 alle 21.00 in pratica 11 ore e mezzo al giorno,la domenica stesso orario e di festa solo mezza giornata infrasettimanale..ho chiesto della retribuzione e mi è stato riferito che avrei potuto sapere qualcosa in merito solo dopo gli 8 giorni di prova..ho trovato il commento di sandra su un altro forum con il nome di carlo?sei una donna o un uomo??comunque trovo poco seria una persona che mi fa un colloquio di lavoro per un lavoro di 11 ore al giorno e nn mi dice la retribuzione.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.