Home » >> Politica

Rifiuti, Capezzone: figuraccia Pd, attacchi a Cirielli inaccettabili

Inserito da on 18 novembre 2010 – 06:23Un commento

Gli attacchi del Partito Democratico, Bersani in testa, contro il Presidente della Provincia di Salerno Cirielli sono due volte inaccettabili. In primo luogo, perché la Provincia di Salerno ha operato bene, com’è noto a tutti; in secondo luogo, perché non si capisce quali titoli abbia il Pd per parlare seriamente di rifiuti, visto il disastro combinato in Campania dai suoi amministratori. In ogni caso, il Governo garantirà che siano pienamente salvaguardate le competenze della Provincia, senza sovrapposizioni ma con una positiva sinergia rispetto alla Regione. Il Governo, la maggioranza e il Pdl apprezzano il lavoro svolto dal Presidente Cirielli, come del resto gli elettori salernitani e campani. 

 

 

 

 

Un commento »

  • enzo musto scrive:

    COMMENTA Condividi49 Sarno e Agropoli RITENUTE LE zone maggiormente colpite
    Riconosciuto lo stato d’emergenza
    per la provincia di Salerno

    Annuncio del ministro per le Pari opportunità Carfagna
    «Ora ci saranno interventi rapidi a sostegno di territori»

    ROMA – Il Consiglio dei ministri ha riconosciuto lo stato di emergenza per le zone colpite dal maltempo in Campania, e in particolare nella provincia di Salerno e nell’area di Sarno e di Agropoli. Lo rende noto, al termine del Consiglio dei ministri, il ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna. «Grazie allo stato di emergenza riconosciuto oggi dal Governo per le zone devastate dall’alluvione in Campania, nella Provincia di Salerno e nell’area di Sarno e di Agropoli – dice il ministro – ora è possibile intervenire rapidamente a sostegno di territori e popolazioni cos’ duramente provate». «Ancora una volta il Governo dimostra, e non con le parole, di saper intervenire tempestivamente per risolvere le gravi emergenze del Paese, siano esse al Nord o al Sud», aggiunge Carfagna. «Questo è il modo migliore per rispondere ai parolai della politica», conclude il Ministro.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.