Home » • Salerno

Salerno: Cgil, Italia allagata!

Inserito da on 12 novembre 2010 – 06:22No Comment

L’Italia si allaga! La pioggia dopo aver provocato il crollo della Domus dei Gladiatori, “ha messo in ginocchio il settore trainante della provincia di Salerno.” La Piana del Sele risulta la più colpita dopo la rottura degli argini del Sele, del Tanagro e, parzialmente del Sarno e del suo principale affluente, la Solofrana. L’agricoltura e la zootecnia hanno subito danni incalcolabili! I coltivatori hanno visto inondate le loro terre con danneggiamenti enormi ai  raccolti, gli allevamenti immersi nell’acqua…Le scriventi segreterie insistono con l’ennesimo comunicato per sensibilizzare la  politica affinchè comprenda che è necessario investire nelle zone montane e agricole per prevenire catastrofi; ma ancora oggi c’è qualcuno che non crede al ruolo strategico di alcuni comparti che dedicano la propria attività esclusivamente alla difesa del territorio come il settore della forestazione, in più occasioni assistiamo ed apprezziamo  il grande senso di responsabilità dei lavoratori addetti al comparto che pur senza stipendio da troppo tempo, continuano a presidiare i territori, non osando immaginare cosa accadrebbe senza il loro supporto alla protezione civile alla prevenzione degli incendi boschivi e dei dissesti idrogeologici. Anche i consorzi di bonifica, enti pubblici in molti casi mal visti dai cittadini e che in questi giorni hanno agito fattivamente nei territori colpiti dall’alluvione, dovrebbero ricevere maggiori fondi per svolgere a pieno la propria attività. Siamo abituati a prendere iniziative sempre dopo il danno, questo è un mal costume che non paga! “apparentemente la prevenzione costa”, bisognerebbe avere rispetto dei soldi e del lavoro della collettività considerandola un investimento di risorse di tutti.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.